Le regole raccontate ai bambini, Gherardo Colombo, Marina Morpurgo

Vi piacerebbe vivere come vi pare? Senza dover obbedire a nessuno, senza rispettare nessun divieto, facendo tutto quello che vi garba?
Siete pronti a gridare “Sììììììììì”? Aspettate un attimo, prima di rispondere! Forse, dopo aver letto questo libro, cambierete idea.
“Gherardo Colombo ha scritto un libro molto popolare dedicato alla cultura della giustizia. Questa è una “traduzione” di quelle riflessioni per un pubblico ampio che comprende bambini e ragazzi. Come si entra in una comunità? Come si impara il rispetto per l’altro? Come si misura il proprio comportamento e quello del prossimo? Con linguaggio trasparente ed esempi scritti su misura questo libro vuole rispondere a molti interrogativi importanti. Età di lettura: da 8 anni.” [fonte: Amazon]

 

Un libro che parla ai ragazzi, che spiega loro parole importanti e fondamentali, come Rispetto, Educazione, Regole, Costituzione, Società. Un libro che dovrebbe essere usato molto di più nelle nostre scuole, per imparare fin da piccoli come si convive in una Società dove la regola fondamentale è la Giustizia.

file000704919536

Oggi ho imparato che

Quando ho scoperto dell’esistenza di questo libro sono corsa subito a comprarlo, per leggerlo con mia figlia.

Perché sono assolutamente convinta che le regole siano necessarie, anzi indispensabili.

Perché sono convinta che senza certe regole da seguire l’Uomo non sia – almeno per il momento – capace di convivere con i suoi simili, figuriamoci con gli altri esseri viventi presenti sul pianeta Terra.

E perché sono una di quelle che non parcheggia mai in un posto riservato a qualcun altro, anche se “è solo per due minuti, faccio presto”.

Parlarne con mia figlia, allora, è un modo per mettere le cose in chiaro. Per darle un esempio in più di come le cose devono funzionare. E’ essere fiera di me (e di lei) quando con aria severa si rivolge al tizio che butta la carta per terra o a quella che parla al cellulare mentre guida, affermando come un saggio Grillo Parlante (anche un po’ troppo saccente, a volte!) che le regole esistono per essere rispettate. E a chi si volta guardandola con un punto di domanda stampato in faccia, spiega in poche parole cosa accadrebbe se tutti facessero così. Non che alla fine lei sia una di quelle saputelle antipatiche, eh, per carità: anche lei trasgredisce, altroché! è umana, come tutti noi. Però leggere questo libro insieme (anche se non è propriamente adatto ad una cinquenne) mi ha fatto capire quanto a volte sottovalutiamo le capacità dei nostri figli, quanto spesso pensiamo che per imparare certe regole ci sia sempre tempo.

Invece no: di tempo non dobbiamo farne passare troppo, per non rischiare di perderci per strada quella capacità che hanno i ragazzi di pensare onestamente, di dimostrare buon senso, responsabilità e rispetto nelle cose di tutti i giorni.

Perché se il buon senso, il senso civico, il senso di responsabilità, il rispetto, si imparassero (e si insegnassero, anche) fin da piccoli, beh, sarebbe molto meglio per tutti!

 

L’autore

Gherardo Colombo è un ex magistrato italiano. Dopo aver condotto e partecipato a diverse inchieste importanti, da quella sulla Loggia P2 a Mani pulite, si è ritirato dal servizio e attualmente si occupa di libri e di educazione alla legalità nelle scuole.

 

Le regole raccontate ai bambini
Gherardo Colombo, Marina Morpurgo, I. Faccioli (Illustratore)
Edizioni Giangiacomo Feltrinelli (collana Feltrinelli Kids), 2010, pag. 128, € 12,00
ISBN-13: 978-8807921537

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here