Gennaio 2015 con Zebuk: Lèggere leggeri!

Bisogna essere leggeri come un uccello, non come una piuma.
Paul Valéry, Tal quale, 1941/43

È stato un anno difficile per molti di noi. Pesante, più che altro: la situazione economica globale non aiuta, le preoccupazioni aumentano e per giunta c’è chi marcia sulla scusa della crisi.

C’è bisogno di leggerezza, di trovare uno spazio sereno, un momento di calma e tranquillità, per respirare e riprendere la rotta del nostro cammino. Per Zebuk il 2015 è un anno importante: quest’anno – a febbraio – festeggeremo il 5° compleanno, il nostro primo lustro, e siamo orgogliose di essere riuscite a far crescere questa nostra creatura e di aver fatto tante nuove e preziose amicizie!

Pensiamo al Qui e Ora, però. Alla leggerezza. Gennaio su Zebuk sarà all’insegna del Lèggere leggeri, degli autori che possono regalarci parole e pensieri sereni e allegri per sollevare l’animo. Attenti, però: “leggerezza” non è sinonimo di “frivolezza” o “stupidità”:

Si è così profondi, ormai, che non si vede più niente. A forza di andare in profondità, si è sprofondati. Soltanto l’intelligenza, l’intelligenza che è anche “leggerezza”, che sa essere “leggera”, può sperare di risalire alla superficialità, alla banalità.
Leonardo Sciascia, Nero su Nero, 1979

Che abbia inizio gennaio, col suo Lèggere leggeri: troveremo pane per i denti di tutti, dalle letture ironiche di Nick Hornby a quelle di Douglas Adams, a Helen Fielding, alla leggerissima Sophie Kinsella… 🙂

E i bambini?

Non possiamo parlare di leggerezza senza tirarli in ballo! Cosa c’è di più leggero (nel senso più esteso del termine) delle illustrazioni che accompagnano le storie degli albi illustrati? Ad aiutarci a riflettere sulla leggerezza ci vengono in aiuto le delicate parole di Anna Castagnoli, illustratrice e autrice. Iniziamo un nuovo percorso in questo nuovo anno di Zebuk e andiamo a spasso tra i disegni dei più famosi illustratori per ragazzi, di ieri e di oggi: si può Lèggere leggeri anche tra le immagini!

p.s.: a Gennaio vi aspetterà anche un’altra idea illuminante! siete curiosi, sì?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here