Intervista a Monica Spigariol

Oggi ho avuto il piacere di fare qualche domanda a Monica, autrice dell’e-book Verso Carola che ho letto e recensito per voi giorni fa.

Chi è Monica? Racconta di te ai lettori di Zebuk. 

Monica è una donna che ama sognare prima di tutto. Ama scrivere e ballare. Poi è una moglie, una mamma di una bimba di otto mesi e una lavoratrice non di un solo lavoro. Sono educatrice, segretaria, insegnante di danza e un altro po’ di cose. Scrittrice mi sento dentro, ma per ora non voglio/posso chiamarlo lavoro. Ancora no.

Cosa ti ha spinto a scrivere questo e-book, che nonostante il finale un po’ scontato, si legge velocemente e non si può non affezionarsi a Carola?

Questo e-book nasce dalla mia paura di restare vedova. Mio padre è morto quando avevo 14 anni e l’idea che possa succedere anche a mio marito mi terrorizza. Ho voluto esorcizzare questo fantasma, ma soprattutto ho voluto che la speranza prendesse il sopravvento. Il finale è certamente scontato, perché chi vive nella speranza non può vedersela scappare proprio alla fine. Almeno non in un libro. Almeno non in questo.

Ti ritrovi nel personaggio di Carola?

Carola in alcuni casi sono io, ma più all’inizio del romanzo. Poi prende vita e scappa via per la sua strada. Ha le mie emozioni quando racconta della ricerca del lavoro che è un lavoro, dell’impiego che non la lascia respirare, della tristezza che le scolora la vita. Ha alcune mie esperienze. Non mi ritrovo nella sua vita troppo solitaria. A parte Agnese e la sua famiglia, le altre persone che la circondano sono state un dono del suo ragazzo. 

Che progetti hai per il futuro?

Il mio tempo per scrivere è un po’ risicato tra Ambra – mia figlia – e il resto, ma sto abbozzando una raccolta di racconti con degli amici e mi frullano in mente un paio di personaggi per un prossimo romanzo: pian piano prenderanno forma.

Che libri hai sul comodino?

Nel Kindle ho la saga dell’Ultimo Elfo della De Mari. Sono all’ultimo volume, Io mi chiamo Yorsh, che in realtà è un prequel. La saga è davvero molto bella, ricca di personaggi ben caratterizzati a cui ci si affeziona. Amo il fantasy, ma anche le storie commoventi, le storie veramente accadute, o vere di cuore.

Grazie per esserti raccontata ai lettori di Zebuk e .. alla prossima.

 

angela
Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here