La ruga del cretino, Andrea Vitali, Massimo Picozzi

Abbagliante luce sorgeva dalla superficie del lago, per metà illuminata dal sole.
Giuditta Carvasana, sul terrazzino della sala di musica che dava sul giardino della villa, inspirò. Le entrò nel naso un piano profumo d’estate con una nota di menta che poco prima, dalla finestra della sua camera, non aveva definito.

La Birce, terza figlia dell’Arcadio e della Serpe custodi del rettorato di Lezzeno, è tutta strana, ha una macchia sulla guancia sinistra e ogni tanto “si perde via” e parla in modo strano.
I due genitori preoccupati cercano di sistemare la Birce a servizio da una misteriosa signora giunta a Villa Alba, ma allo stesso tempo devono difendere la loro permanenza al rettorato minacciata dalle Venerande Vivandiere che vigilano sul loro operato e hanno notato strani accadimenti.
A Torino l’alienista Cesare Lombroso e il suo assistente dottor Ottolenghi sono alle prese con il corpo di una ragazza ritrovata uccisa, la ragazza ha in tasca un bigliettino con degli strani segni , gli stessi segni trovati su un altra giovane uccisa e su un messaggio spedito al Lombroso stesso.
Il Lombroso e il suo assistente sono convinti che la medicina possa essere d’aiuto nello svolgimento delle indagini di polizia, l’argomento è controverso e alcuni medici cominciano a interessarsene mentre altri e in gran parte l’opinione pubblica è prevenuta verso questa “nuova scienza”.
La Birce viene presa come cameriera a Villa Alba a servizio della signora Carvasana, dove per una serie di coincidenze si incontreranno il Lombroso, una famosa medium e altri personaggi più o meno strani.

Un romanzo leggero ma decisamente coinvolgente che mischia un po’ di storia, un pizzico di giallo, una punta di spiritismo, i personaggi strampalati tipici di Vitali e le splendide descrizioni dei luoghi.

La ruga del cretino
Andrea Vitali, Massimo Picozzi
Garzanti, 2015, p. 354, €. 13,90

Per acquistare:

over quaranta, mamma, geometra e creativa con una fresca passione per il web e una vecchia passione per i libri in tutte le forme sia cartacea che digitale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here