Mia madre è un fiume, Donatella Di Pietrantonio

Mi appassionano le vie oscure dove il cronico desiderio di mamma si è disperso e cambiato nel suo contrario. Il rifiuto – la paura – della prossimità dei corpi. Quando è venuto il mio turno non ho saputo restituire che la mancanza. Guardo alle nostre spalle il giardino di sentieri che si biforcano. Le posso solo affabulare la sua vita.

La sua memoria è adesso un manoscritto a inchiostro simpatico, lo sfoglio pagina per pagina e ci passo la fiamma vicino perchè  le si riveli.

La recensione di Mia madre è un fiume, Donatella Di Pietrantonio

Esperina Viola soffre di una malattia neurodegenerativa, dimentica le cose, ricorda a tratti, ripone oggetti in posti impensabili, la figlia è costretta a farle da madre e badante non senza un filo di astio rivolto a questa donna che le è sempre parsa un po’ fredda nei suoi confronti.
Attraverso il racconto della figlia riviviamo parti della loro storia comune e dell’infanzia di Esperina in un paesino montano dell’Abruzzo.

La mia opinione su Mia madre è un fiume, Donatella Di Pietrantonio

Attraverso le sue parole ricostruiamo in parte il motivo del loro reciproco amarsi in modo “diverso”, che poi cos’ha di strano il loro rapporto? Immaginiamo rapporti ideali e idilliaci, ma non necessariamente ciò che non è nelle nostre aspettative non merita di essere chiamato amore.
Una storia spezzettata che ci restituisce la figura di Esperina con le sue contraddizioni e i suoi dolori e ci mette pian piano il cuore in pace, sullo sfondo un Italia contadina del dopoguerra, permeata di sacrifici e fatica ma anche di tanta umanità.

Un romanzo sicuramente triste e duro nel quale a volte si perde il filo, ma che va letto per riflettere sul nostro essere madri e figlie. Io mi sono ritrovata un pochino nell’essere figlia di una madre a volte dura, ma anche nei racconti di vita grama e sacrifici che mi hanno trasmesso mia madre e le mie zie.

Mia madre è un fiume
Donatella Di Pietrantonio
Elliot, 2014, p. 177, €. 12,50

Per acquistare:

over quaranta, mamma, geometra e creativa con una fresca passione per il web e una vecchia passione per i libri in tutte le forme sia cartacea che digitale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here