Come un fiore di loto, Davide Viola

Sull’acqua c’è un loto.
L’acqua non riesce a inumidirlo né ad aderire ad esso.
Così occorrerebbe vivere nel mondo.

Avete mai sentito parlare di mindfulness? Ultimamente se ne sente parlare davvero tanto e per una volta ho seguito la tendenza da subito e mi sono informata, ho approfondito e ho deciso di applicarla su me stessa.

La recensione di Come un fiore di loto, Davide Viola

Beh, è un successo: sto terminando il corso di 8 settimane seguendo questo libro di Davide Viola e devo dire che i risultati ci sono davvero. Finalmente, per esempio, sono riuscita a non andare nel panico totale quando si è verificato un problema all’apparenza irrisolvibile su un lavoro, usando la parte razionale di me, che nei momenti critici tendeva a farsi prendere dall’agitazione, buttandomi nel burrone del “nonesistesoluzionenoncelapossofare”. La conoscete anche voi quella sensazione? Allora provate a capirne di più!

Il loto è un fiore meraviglioso […] Per gli orientali ha un importante significato spirituale. Affonda le radici nel fango e si distende sulla superficie delle acque torbide, uscendo da esse puro e bellissimo: è il simbolo di chi vive nel mondo senza esserne contaminato. Come il fiore si eleva dallo stagno, rimanendo perfettamente pulito, anche l’essere umano può acquisire la capacità di affrontare le avversità della vita senza farsi travolgere dalle difficoltà e dallo stress.

Ma mindfulness non è solo riuscire a non farsi prendere dal panico, ovviamente. Mindfulness è attenzione verso se stessi, consapevolezza dei sensi e del corpo oltre che della mente, è accoglienza di quello che accade, senza sentimenti giudicanti.
La soluzione di abbinare le tecniche di questa concezione con la bioenergetica e i movimenti dello yoga ha funzionato, aiutandomi a rilassarmi e a respirare in modo più presente e cosciente. E consapevole.

L’individuo che è consapevole di sé è in contatto con il proprio corpo e percepisce quanto accade in ogni sua parte; in altre parole è in contatto con se stesso.

Ora pensate a voi stessi: vi rendete conto del vostro respiro? O siete sempre così indaffarati e pieni di pensieri e impegni e reminder sul telefono che non ci pensate nemmeno?

La mia opinione su Come un fiore di loto, Davide Viola

Dopo una prima parte del libro dedicata a spiegare cosa sia la mindfulness e quali siano le tecniche ad essa afferenti, il libro si trasforma in un vero e proprio corso della durata di 8 settimane, con pagine in cui appuntare le proprie sensazioni e le osservazioni fatte durante gli esercizi consigliati, che

[…] ti consentirà di recuperare il controllo della tua vita per viverla con pienezza, positività e pienezza mentale.

La promessa è davvero molto impegnativa ma i risultati sono possibili:

Sorridi, respira e vai piano!

Oltre ai detti zen – che non so voi ma per me hanno sempre la risposta giusta a ogni domanda – per ogni settimana sono indicate riflessioni sul corpo, sulla mente, vengono poste alcune domande a cui rispondere, pratiche di mindfulness ed esercizi di bioenergetica, nonché alcune pratiche informali che mirano a farci porre sempre più l’attenzione sui gesti automatici che facciamo ogni giorno senza magari rendercene conto. Tutto questo per imparare ad essere più presenti e trovare la serenità.

L’Ego dice: quando ogni cosa andrà a posto troverò la pace.
Lo Spirito dice: trova la pace e ogni cosa andrà a posto.

Insomma, un bel modo di ricominciare la vita quotidiana se siete già tornati dalle vacanze, un’occasione ottima per rilassarsi se ancora dovete andarci. Provateci, non ve ne pentirete!

Come un fiore di loto. Affrontare le avversità della vita con la mindfulness e la bioenergetica
Davide Viola
Rapsodia edizioni (collana Rapsodia), 2016, pag. 164, € 14,00
ISBN-13: 978-8899878115

&nbsp

Per acquistare:

Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here