Scarpe verdi d’invidia. Una storia per dare un calcio al bullismo, Alberto Pellai

Che sensazione meravigliosa! Con quelle scarpe forse si può anche volare. Si sposta con lunghi balzi di qua e di là nella stanza, sale sulle scale e salta due gradini per volta, poi tre, infine fa un salto fi nale di ben quattro gradini. «Record del mondo» urla a tutta voce, «grazie scarpette magiche… vi voglio davvero tanto bene».

Marco si è trasferito con i suoi genitori in una città lontana da quella dove ha sempre vissuto. Ha cambiato casa, scuola e compagni, sta imparando a conoscere una realtà diversa da quella a cui era abituato. Ora che è il suo compleanno si merita proprio il regalo che ha tanto desiderato, rinunciando ai capricci e ad altre richieste per avere finalmente quel paio di meravigliose scarpe verdi.
Ma proprio quelle scarpe portano con sé un nuovo problema: i compagni di classe, che già lo prendevano in giro per il suo accento, ora sono invidiosi delle sue scarpe e diventano ancora più cattivi, canticchiandogli una canzoncina sciocca

“Se le scarpe verdi ai piedi hai, come una lumaca correrai!”

Eppure Marco credeva che con quelle scarpe sarebbe stato molto più amato dai suoi compagni, cosa è successo? Meno male che papà, mamma e la maestra, molto attenta e intelligente, si accorgono di cosa non va e trovano un modo divertente per risolvere la questione. Da quel giorno per Marco sarà più facile convivere con i suoi compagni e anzi, anche i bulli impareranno una gran lezione.

Bullismo: un problema da affrontare

Insieme al libro, con una grafica divertente e colorata, c’è un CD con la narrazione della favola e molti suggerimenti per noi genitori: non è sempre facile accorgersi dei problemi di bullismo, in classe e nella vita quotidiana dei nostri figli. Non è facile poi affrontare questo tipo di situazioni se non abbiamo armi educative efficaci. Con strumenti adatti come questa favola e i consigli di Alberto Pellai possiamo provare a farlo.

Ma la cosa più importante, quella da ricordare e far capire bene ai nostri ragazzi è che il bullismo non si crea dai singoli individui e non si può combattere da soli: il bullismo è un fenomeno che ha bisogno di un gruppo per svilupparsi e crescere, e di una squadra forte e unita per combatterlo. La cosa da ricordare è che non bisogna stare in silenzio ma chiedere aiuto e parlarne, subito, appena si presenta il problema.

Scarpe verdi d’invidia. Una storia per dare un calcio al bullismo
Alberto Pellai
Erickson (collana Parlami del cuore), 2010, pag. 92, € 13,50
ISBN: 9788861375819

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here