I film di Zebuk: La promessa dell’alba

Van Gogh si è suicidato a 35 anni, voglio che tu sia famoso da vivo…

Nina vive in Polonia col figlioletto Romain.
Di origine russa la donna fa la cappellaia ma i guadagni sono miseri.
Escogita allora un piano perfetto per accaparrarsi come clienti tutte le nobildonne della città ed in pochi mesi diventa conosciuta e rispettata.
Nina desidera una sola cosa per il suo Romain, una carriera diplomatica oppure la fama come letterato.
Perché lei è convinta che suo figlio sia superiore a tutti e che si farà conoscere ed ammirare.
Proprio per garantirgli migliori possibilità si trasferiscono a Nizza dove Nina dirigerà una piccola pensione.
Romain crescerà, si arruolerà e sarà mandato a combattere in Africa.
E proprio durante quei mesi vedrà la luce Educazione europea, il suo primo romanzo.

La promessa dell’alba esce oggi in tutta Italia e noi di Zebuk l’abbiamo visto in anteprima.
Il film è tratto dal romanzo omonimo di Romain Gary, pubblicato in Italia da Neri Pozza ed è diretto da Eric Barbier ed interpretato da Charlotte Gainsbourg e Pierre Niney.
La storia del rapporto tra Nina e suo figlio Romain è la storia di un amore cieco, incondizionato, passionale e senza misura, l’amore di una madre che fa di tutto perché il figlio arrivi ad essere ciò che lei aveva immaginato.
La promessa dell’alba è il ritratto di questa donna indomita ed indomabile e di un figlio che le deve tutto.

Il rapporto tra Nina e Romain non è sempre rose e fiori tant’è che ad un certo punto il protagonista dichiara

Nessun figlio ha mai odiato sua madre quanto me in quel momento…

eppure continuerà a portare avanti i suoi sogni.
Il rapporto tra i due è anche molto divertente, e a tratti comico soprattutto in alcuni momenti, perché Nina è talmente estrema nel suo quotidiano da arrivare a chiedere cose folli al figlio salvo poi pentirsene e tornare sui suoi passi.

Io ho trovato La promessa dell’alba un film molto bello ed emozionante, ricco di sfumature, capace di coinvolgere.
Un film dove si ride e si sorride, con un finale struggente che non lascerà indifferenti.
Buona visione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here