Il sospettato X, Keigo Higasino

0

Per lui la matematica era sempre stata una specie di caccia al tesoro. Innanzitutto bisognava decidere dove scavare. Poi bisognava stabilire il percorso di scavo che avrebbe portato alla risposta. Una volta deciso un piano, potevi applicare le formule adatte, ce ti avrebbero dato degli indizi. Se ti ritrovavi a mani vuote dovevi tornare al punto di partenza e seguire un altro percorso. Solo ripetendo la cosa in continuazione, pazientemente ma con determinazione, potevi sperare di trovare il tesoro – vale a dire, una soluzione che nessun altro aveva mai trovato.

 

Yasuko è una donna divorziata che sta crescendo da sola la figlia Misato, sta cercando di farsi una nuova vita lontana dall’ex marito e dal lavoro di hostess che aveva fatto in passato, ma quando l’ex marito si presenta a casa sua minacciandola, perde il controllo e lo uccide strangolandolo con un cavo.
Il signor Ishigami è un rigoroso insegnante e studioso  di matematica, abita nell’appartamento vicino a Yasuko e sente tutto, si offre di aiutare la donna a far sparire il cadavere a patto che lei e la figlia seguano scrupolosamente le sue indicazioni. Costruisce per le due donne un alibi rigoroso.
L’investigatore Kusanagi al quale viene affidato il caso capisce da subito che non sarà facile trovare l’assassino e si affida al  dottor Yukawa, alias Galileo, un fisico che collabora con la polizia che casualmente conosce Ishigami e i suoi ragionamenti.

Un giallo atipico, fin da subito il lettore conosce l’assassino e deve seguire il percorso della polizia per trovarlo.
Interessante l’ambientazione in Giappone che non avevo mai incontrato in altre letture e della quale non conoscevo quasi nulla .

Ho fatto un po’ fatica a seguire il filo di questo giallo, per i nomi che mi riesce difficile memorizzare e  per lo stile di scrittura molto lento e particolareggiato.

Il sospettato X
Keigo Higasino
Giunti, 2016, p. 336, €. 7,90

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here