Babyface, Marie Desplechin

recensione-Babyface-marie-desplechin

“Stavamo attraversando la passerella sopra l’autostrada e pioveva. Milioni di camion passavano sotto i nostri piedi a tutta velocità. Nejma si è voltata verso di me. Il berretto le scendeva sulle sopracciglia, quasi fino agli occhi. Mi ha lanciato uno sguardo feroce e ha mormorato tra i denti.”

La recensione di Babyface di Maria Desplechin

Nejma è una ragazzina bruttina, cicciotella, che non piace a nessuno soprattutto per i suoi modi di fare, è molto scorbutica e non ha amici.

Non piace neanche agli insegnanti. Nejma vive sola con la mamma che lavora fino a tarda sera.

Ma in realtà non è sola, c’è vicino a lei Raja un vicino di casa che è quello che ci racconta la storia e a cui la ragazza ogni giorno estorce un panino per merenda.

Poi c’è Isidore, il vigilante del supermercato dove lei passa i pomeriggi per ripararsi dal freddo e non stare sola a casa tutto il giorno dopo la scuola.

Un giorno viene accusata di aver picchiato un compagno di scuola, trovato mezzo morto da due insegnanti.

Ma sarà stata davvero Nejma oppure è stato qualcun altro a commettere questo pestaggio? Riusciranno ad aprire la scuola di wrestling che tanto sognano i ragazzi nel quartiere?

La mia opinione di Babyface di Marie Desplechin

In questo libro letto in una sera l’autrice parla di amicizia, di pregiudizi e di disagio giovanile.

Nejma nasconde se stessa, è alla ricerca del suo posto nel mondo ma ha un pregio come dice la madre non sa dire le bugie, non mente mai, dice sempre la verità bella o brutta che sia.

Isidore, il vigilante del supermercato è l’unico oltre a Raja che riesce a vedere in lei un potenziale, guardando oltre le apparenze.

“Tu non sei grassa” commentò Isidore in ultima analisi. “Non scherzare” disse Nejma, “me ne rendo conto perfino io”. “Tu non sei grassa Tu sei potente.”

Nejma è davvero così, è potente, perchè comunque trova un posto nella società e non si arrende mai.

Non bisogna mai arrendersi, la verità viene fuori sempre prima o poi e soprattutto bisogna andare oltre le apparenze, spesso anche gli adulti non lo fanno, ne è un esempio la preside della scuola che si fida degli insegnanti senza prima indagare.

Segnalo che è un libro ad alta leggibilità, perfetto per tutti e anche per chi è dislessico.

Buona lettura!

Età di lettura 11 anni

Babyface
Marie Desplechin
Camelozampa, 2019, p. 109, € 11,50

Puoi acquistarlo:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here