Matilde, cuore di pane, Nadia Levato, Milena Scardigno

recensione-matilde-cuore-di-pane

“Matilde cuore di pane,

mescoli amore anche dove c’è il sole,

doni carezza al cuore infeltrito

porti sorrisi e gioia sul viso!”

La recensione di Matilde, cuore di pane di Nadia Levato e Milena Scardigno

Matilde Cuore di Pane è una bambina buona, il suo sguardo è limpido e privo di pregiudizi e vive nella pancia di un grande albero secolare nel regno del tempo fatato.

Un giorno nel bosco incontra una regina dall’aspetto insolito che piange lacrime grandi come cocomeri!

Matilde va al castello con la Regina e riesce ad aiutarla a non credere e a non sentire tutte le brutte cose che la voce del vento le diceva.

La mia opinione di Matilde, cuore di pane di Nadia Levato e Milena Scardigno

“Regina brutta cornacchia.

Sei sola, vecchia, sempre più racchia.

Hai un nasone e un occhio all’insù.

Sei tanto brutta e orrenda tu!”

Una favola che ci insegna che con la forza dell’amore e della gentilezza possiamo aiutare gli altri a vivere più felici.

Una bambina che resta nel cuore per la sua dolcezza infinita, che ci porta in un mondo incantato dove ci sono ancora valori importanti quali l’amore, l’amicizia, la gentilezza e la bontà d’animo che dovremmo insegnare ai nostri bambini, ma che dovremmo ricordare anche noi grandi.

La gentilezza d’animo può aprire tutte le porte e sconfiggere anche la cattiveria, la bruttezza ed il male. Perché in fondo solo un cuore limpido può vedere oltre all’apparenza E e non fermarsi a giudicare solo quello che si vede.

E da non dimenticare che il testo è ben leggibile adatto anche ai bambini più piccoli che stanno imparando a leggere.

Buona lettura!

Matilde, cuore di pane
Nadia Levato, Milena Scardigno
Errekappa Edizioni, 2018, p. 55; € 15,00

Puoi acquistarlo qui:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here