I vestiti nuovi dell’Imperatore, Steven Guarnaccia

C’era una volta un Imperatore che amava così tanto i vestiti da spendere tutto il suo denaro per essere sempre abbigliato di tutto punto. Aveva un completo diverso per ogni ora del giorno e usciva soltanto per sfoggiare i suoi vestiti nuovi.

La recensione di I vestiti nuovi dell’Imperatore, Steven Guarnaccia

L’Imperatore è un uomo molto vanitoso ed attento alla moda.
Adora vestirsi bene, le stoffe elaborate, i cappelli e gli accessori.
Soprattutto vuole che si dica che è un eccellente Imperatore e che nessuno dubiti delle sue capacità.
Un giorno arrivano in città due truffatori che fingono di essere sarti e che affermano che i loro vestiti sanno svelare gli incapaci; infatti colui che non riesce a vedere le loro creazioni è un uomo che non è adatto al ruolo che ricopre.
L’Imperatore assume immediatamente i due sarti convinto di poter vedere le loro creazioni ma quando si rende conto che invece non è così, e temendo di essere etichettato come incapace e smascherato, continua a tessere le lodi dei due millantatori fino a presenziare la parata imperiale in mutande!

La mia opinione su I vestiti nuovi dell’Imperatore, Steven Guarnaccia

La fiaba di Andersen la conosciamo tutti ed anche molto bene quindi verrebbe da chiedersi perché ci sia la necessità di riadattare un testo così famoso in una nuova versione.
Steven Guarnaccia e Corraini Edizioni rispondono in maniera eccellente a questa domanda sfornando un illustrato magistrale che, se possibile, aggiunge uno smalto ed uno sprint ad un testo già di per sé perfetto.
Le illustrazioni sono fantastiche e modaiole quanto un servizio di Vogue.
Infatti l’Imperatore è un vero e proprio fashion victim che ama scegliere i completi più adatti ad ogni occasione e che si circonda di abiti sartoriali.
Cravatte, calzini, scarpe sono presenti in abbondanza nei suoi armadi e sarà la sua vanità a fargli credere che i due furfanti siano provetti sarti.
Come ben sappiamo I vestiti nuovi dell’Imperatore è una storia che insegna il potere della verità, verità che viene fuori dalle labbra di un bambino perché è l’unico che non si fa condizionare dal giudizio altrui.
Ed ecco che in questa versione non solo viene ribadito in modo forte e sonante questo concetto ma si aggiunge anche l’idea che non bisogna farsi ossessionare dalla moda anzi è necessario mantenere un giudizio attivo e non supino di fronte a ciò che ci propone il mercato altrimenti rischiamo, come l’Imperatore, di uscire di casa in mutande convinti dal sarto di grido di essere meravigliosamente abbigliati.
Soprattutto dobbiamo cercare di controllare la nostra vanità che può rivelarsi, come nel caso dell’Imperatore, un boomerang bello grosso e doloroso.
Una chicca del libro sono le pagine iniziali e finali dove sono disegnati completi e modelli da uomo di marche famose: Converse, Louis Vuitton, Borsalino ecc. a ribadire l’ossessione dell’Imperatore o, sotto sotto, degli uomini in generale per i bei vestiti.
Buona lettura.

#lettipervoi: ZeBuk legge I vestiti nuovi dell’Imperatore, Steven Guarnaccia

I vestiti nuovi dell’Imperatore
Steven Guarnaccia
Corraini, 2019, p. 32, €. 18,00

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here