Piccole narrazioni, Anna Ferrari

“E così hai scoperto infine che la debolezza degli uomini consiste nel non saper resistere alla curiosità, che gli uomini in fondo vogliono tutti sapere più di quello che è loro concesso.”

Brevi racconti di vario sapore, che ci danno una misura. Non tutto è spiegabile, non tutto si può razionalizzare, ma tutto semplicemente è lì da osservare, con il cuore e la mente libera.

La recensione di Piccole narrazioni, Anna Ferrari

Sono seduta sull’autobus, vicino al finestrino, mia mamma è qualche posto più avanti. Io tengo stretto sulle gambe un pacchetto rettangolare, sottile, lungo e largo. Ho fin le nocche bianche da come lo stringo. E sorrido. È un regalo di mia madre, una donna che non compra mai nulla se non è programmato e che ritiene i regali adatti solo a Natale, L’Epifania, il compleanno e l’onomastico.

Amicizia, infanzia, follia, memoria, vita quotidiana, gioia. E poi un po’ di mistero, che non guasta. Ma soprattutto persone comuni. Come me. Come te.
Racconti per tutti i gusti, in cui l’autrice si mette alla prova con tecniche e stili diversi fra loro.

Si torna indietro nel tempo, si viaggia tra i ricordi dell’autrice – ma un po’ anche tra i nostri – osservando con occhi curiosi un mondo a tratti noto, a tratti molto meno.
Si sorride ai cuccioli di casa e alle loro mosse, ci si guarda bene le spalle quando capiamo che di certi individui bisogna aver paura.
Un po’ come nella vita, ogni piccolo racconto è lì, a dare il suo piccolo contributo per imparare qualcosa in più, per aggiustare il passo prima di cadere.

Il mio parere su Piccole narrazioni, Anna Ferrari

La clessidra ha uno strano potere: se la si capovolge, può far trascorrere il tempo in avanti, ma bisogna fare molta attenzione, perché pochi granellini di sabbia corrispondono a centinaia di anni, quindi un’eccessiva giravolta dello strumento potrebbe far morire chi lo tiene in mano, perché avrebbe trascorso in avanti molti più anni di quelli che gli sono concessi su questa terra. È fondamentale imparare a maneggiarla e riuscire a far passare una minuscola quantità di polvere di diamanti nell’altra parte della clessidra, se si vuole semplicemente procedere per un breve tempo. Anche il processo inverso, naturalmente, è possibile.

Fantasia, immaginazione, una realtà abitata da personaggi fantastici. Uno stile strano, da capire meglio. Spunti da approfondire e storie che potrebbero diventare qualcosa di più che semplici “piccole narrazioni”…
Chissà che da questi piccoli racconti, da questi appunti, un giorno non salti fuori un romanzo… 🙂

Piccole narrazioni
Anna Ferrari
Independently published , 2020, pag. 104, € 10,39
ISBN: 979-8650227496

 

Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here