Vie di fuga, Lucrezia Sarnari

Mi chiamo Giulia e a ricordarmi quanto poco igienica sia la mia vita ho una cicatrice sul sopracciglio sinistro. Me la sono procurata cadendo in bagno, una sera che ero tornata a casa troppo tardi e troppo ubriaca per riuscire a capire dove stessi mettendo i piedi

Conoscete C’era Una Vodka? Be’, se non la conoscete dovreste farlo subito…

La recensione di Vie di fuga, Lucrezia Sarnari

Forse voglio solo fingere che tutto vada bene, non dover affrontare problemi.

E quando tutte le vie di fuga svaniscono e ti ritrovi in un bar di provincia a controllare ossessivamente la connessione che non torna, rimane soltanto una cosa da fare: smettere di rifugiarti nel mondo del “e se?”, tirare fuori dal cellulare tutto quello che ci hai nascosto e prendere delle decisioni. 

Il mio parere su Vie di fuga, Lucrezia Sarnari

quella possibilità, che ci permette di immaginare altre numerose vite, sia salvifica per molti di noi: una via di fuga senza dover davvero fuggire. È sopravvivenza. La  verità è sopravvalutata (…). Fa schifo, lo so, ma non cè niente di più reale nelle nostre zone d’ombra.

Dialoghi fitti fitti, smanettamento costante sul cellulare, per controllare se la connessione è tornata oppure no. Giulia e le sue amiche, trentasettenni amiche da una vita, ci raccontano un quotidiano che un po’ mi spaventa: davvero siamo così ancora indecisi e timorosi verso quella vita che abbiamo davanti? Davvero non siamo (ancora) capaci di prendere decisioni, che si tratti di sentimenti, di amore, di Vita?

Sono convinta che si tratti di uno spunto di partenza molto interessante, da utilizzare per le prossime serate bloccati in casa, in videochiamata con gli amici del cuore… già, e se improvvisamente la connessione non tornasse più???

Vie di fuga
Lucrezia Sarnari
Rizzoli, 2020, pag. 304, € 17,10
ISBN: 978-8817146371

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here