La bibliotecaria di Saint-Malo, Mario Escobar

La mia sfortuna è incominciata lo stesso giorno in cui ha avuto inizio la mia felicità. Gli esseri umani fanno sempre fatica a d accettare le disgrazie, come se fossero l’eredità di altri e il loro terribile alone non potesse toccarli. Lo stesso giorno in cui i tedeschi hanno invaso la Polonia, facendo precipitare il mondo in una guerra spietata, Antoine e io ci siamo sposati nella cattedrale di Saint-Vincent, nel bel villaggio di Saint-Malo.
Questa è la nostra storia.

La recensione di La bibliotecaria di Saint-Malo di Mario Escobar

La città di Saint-Malo pagò duramente durante la seconda guerra mondiale.
Occupata dai nazisti dopo la capitolazione francese del 1940 e completamente rasa al suolo sul finire del conflitto fa da sfondo alla storia di Jocelyn, bibliotecaria della piccola città.
Jocelyn vive gli anni della guerra tra speranze infrante, dolori e coraggio senza mai perdere la speranza anche quando tutto sembra perduto.
I libri, suoi grandi amici e consiglieri, la aiutano a trovare la forza di resistere e la corrispondenza con lo scrittore Marcel Zola, ispirato alla figura di Albert Camus, le donano una ragione in più per resistere.

La mia opinione su La bibliotecaria di Saint-Malo di Mario Escobar

“Scriva e racconti al mondo la storia di Saint-Malo e della sua biblioteca. Faccia sapere a tutti quanti che qui c’erano una donna e una città che non si sono mai arrese. Renda immortale questa tragica commedia umana e non sarà stato tutto vano.”

La bibliotecaria di Saint-Malo è un romanzo che fonde una vicenda ispirata a fatti reali, raccontata allo scrittore Mario Escobar da una giovane donna incontrata per caso, a personaggi fittizi. La stessa biblioteca, protagonista del romanzo, in realtà all’epoca dei fatti non esisteva.

Mario Escobar racconta gli anni del secondo conflitto mondiale dal punto di vista di Jocelyn e della gente comune che tentò in ogni modo di resistere all’occupazione tedesca.
Il romanzo è molto scorrevole anche se la trama all’inizio tarda a decollare ma andando avanti la vicenda si fa sempre più interessante.
I capitoli brevi ma ricchi di dettagli, avvenimenti e personaggi sono perfetti per mantenere alta l’attenzione del lettore e interessarlo alla vicenda.

Jocelyn è un personaggio volitivo, capace di rialzarsi dopo molti dolori, primo tra tutti la morte dell’amato marito Antoine, e decisa a resistere per salvare i libri, quegli amici che le hanno insegnato a riconoscere il bene e a distinguere la giustizia dalla mera vendetta.

Un romanzo che attraverso la storia di Jocelyn insegna l’amore per il libero pensiero e per la lettura, amica unica e invincibile capace di sollevare l’animo anche nei momenti più bui.

Buona lettura.

La bibliotecaria di Saint-Malo
Mario Escobar
Newton Compton Editori, 2021, p. 320, €. 9,90

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here