Morte nella neve: Un giallo di Natale, Joseph Jefferson Farjeon

Nevicò tutto il giorno e tutta la notte. Il 22 stava ancora nevicando. Le palle di neve volavano e i pupazzi spuntavano dappertutto. Perfino i bambini più scettici tornarono a credere alle favole, e gli adulti più inaciditi si sentivano una specie di Babbo Natale, finendo di comprare più regali del previsto. La sera, la voce dell’annunciatore, viaggiando attraverso l’infinito etere bianco, informava milioni di persone che altra neve era in arrivo; ormai, dell’anticiclone del Nord-Ovest dell’Irlanda si erano perse le tracce.

La recensione di Morte nella neve: Un giallo di Natale, Joseph Jefferson Farjeon

Un treno rimane bloccato a causa di una bufera di neve alla vigilia di Natale, alcune persone presenti sul treno decidono di scendere e tentare di raggiungere a piedi la più vicina stazione.
Ma la bufera imperversa e presto i nostri eroi perdono l’orientamento, inoltre una delle signore scivola e si distorce una caviglia, per fortuna si intravede un abitazione.
Il primo gruppetto raggiunge la casa e, non avendo risposta, ma trovando la porta aperta, si introduce nella dimora e si rifocilla. Poco più tardi arriva anche l’anziano e misterioso signore che era sceso per primo dal treno inseguendo un ombra, in compagnia di un losco individuo che sostiene di non essere mai stato sul treno.
Nella casa non c’è nessuno ma sembra essere stata lasciata da poco, i camini sono accesi e addirittura l’acqua bolle sul fuoco.

Il mio parere su  Morte nella neve: Un giallo di Natale, Joseph Jefferson Farjeon

Uno strano signore in cerca di spiriti, una misteriosa casa apparentemente abbandonata dai suoi abitanti, un quadro inquietante, gli ingredienti per alimentare la suspance ci sono tutti in Morte nella neve: Un giallo di Natale di Joseph Jefferson Farjeon un giallo tipicamente inglese.
L’ambientazione invernale e in particolare alla vigilia di Natale lo rende ideale per una lettura davanti a un caminetto avvolti da un plaid.
Consigliato ai fan di Agatha Christie.

L’autore 

Joseph Jefferson Farjeon (1883-1955) nacque a Londra in una famiglia di scrittori, musicisti e attori. Autore prolifico e celebrato, oltre a romanzi gialli e racconti ha scritto lavori teatrali – tra cui Number Seventeen, portato sullo schermo da Alfred Hitchcock nel 1932 – e sceneggiature, tra cui quella del film My Friend the King, di Michael Powell. Tra i suoi libri più noti ricordiamo The Fancy Dress Ball e Death in the Inkwell. In Italia sono stati tradotti Gli omicidi della «Z» e La casa dei sette cadaveri.

Morte nella neve: Un giallo di Natale
Joseph Jefferson Farjeon
Lindau, 2018, p. 272, €. 19,00

over quaranta, mamma, geometra e creativa con una fresca passione per il web e una vecchia passione per i libri in tutte le forme sia cartacea che digitale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here