Sem e la grande nevicata, Ugo Mauthe

Il semaforo, che molti chiamano Sem perchè è più corto e più simpatico, aveva un bel cappuccio di neve in testa.
Questa cosa gli dava molto fastidio, perchè si sentiva buffo ma soprattutto perchè la neve non gli piaceva neanche un fiocco, cioè neanche un po’!

La recensione di Sem e la grande nevicata di Ugo Mauthe

Sem è il semaforo dal cuore d’oro che abbiamo già conosciuto nella sua prima avventura, Sem strapazza i bullazzi.
Qui lo ritroviamo in una giornata invernale, con la neve che cade e lui proprio non la sopporta.

Sem e la grande nevicata, Ugo Mauthe

In questa tempesta di fiocchi si accorge che Mugambu, il bimbo nigeriano che vende fazzoletti all’incrocio, è quasi sepolto dalla neve e rischia di morire assiderato.
Nessun’altro si accorge di lui, lo prendono sempre tutti in giro e ora che dovrebbero vederlo perchè nessuno lo bada?
Sem capisce che solo lui può salvarlo e ci riuscirà usando con intelligenza le sue luci colorate.

Sem e la grande nevicata, Ugo Mauthe

La mia opinione di Sem e la grande nevicata di Ugo Mauthe

Avvolsero il piccolo infreddolito e spaventato in un grande abbraccio di luce e calore che lo fece sorridere come se avesse due bocche.

Il semaforo Sem aveva già conquistato il mio cuore durante la sua prima avventura ma devo dire che in Sem e la grande nevicata mi è piaciuto ancora di più.
Ugo Mauthe lancia un messaggio potente: c’è sempre un modo per aiutare chi ha bisogno se lo si vuole.
Aiutare gli altri è una cosa bellissima. Forse la più bella fra tutte quelle che possiamo fare.

Una storia semplice, accompagnata da disegni colorati ma delicati di Elena Spada.
Il libro è scritto in stampato maiuscolo ed è indicata anche per le prime letture autonome.

Sem e la grande nevicata
Ugo Mauthe
Illustratore: Elena Spada
EdiGiò, 2023, 42 pag., € 12.00

Nicoletta
Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here