Home Parliamo con ZenBuk 2017: posso farcela anch’io!

ZenBuk 2017: posso farcela anch’io!

0
thumbnail

La nostra vita è un’opera d’arte ‐ che lo sappiamo o no, che ci piaccia o no. Per viverla come esige l’arte della vita dobbiamo ‐ come ogni artista, quale che sia la sua arte ‐ porci delle sfide difficili (almeno nel momento in cui ce le poniamo) da contrastare a distanza ravvicinata; dobbiamo scegliere obiettivi che siano (almeno nel momento in cui li scegliamo) ben oltre la nostra portata, e standard di eccellenza irritanti per il loro modo ostinato di stare (almeno per quanto si è visto fino allora) ben al di là di ciò che abbiamo saputo fare o che avremmo la capacità di fare. Dobbiamo tentare l’impossibile. E possiamo solo sperare ‐ senza poterci basare su previsioni affidabili e tanto meno certe ‐ di riuscire prima o poi, con uno sforzo lungo e lancinante, a eguagliare quegli standard e a raggiungere quegli obiettivi, dimostrandoci così all’altezza della sfida. (Zygmunt Bauman)

Dopo aver cercato per un anno intero tutte le piccole strategie per semplificarci la vita ci siamo trovate a chiederci: qual è la giusta via da scegliere, ora, nel nostro percorso di ZenBuk?

È proprio allora che abbiamo incontrato sulla nostra strada chi “ce l’ha fatta”, chi è riuscito a raggiungere gli obiettivi che si era posto nonostante tutto remasse contro. Non necessariamente personaggi importanti, famosi o straordinari ma anche persone comuni, nelle quali tutti noi possiamo immedesimarci per dire, finalmente:

Posso farcela anch’io!

Abbiamo scelto di leggere le loro storie, di raccontarvele e trovare spunti anche da queste vite e da queste persone, comuni, semplici, ma che hanno dimostrato la forza di volontà necessaria per arrivare, quell’energia incredibile che ti fa tentare l’impossibile e far di tutto per raggiungerlo.

Sarà ancora una volta un bel viaggio: positivo, indispensabile e anche se difficile e complicato, bello da portare a termine.

Allora, continuate il viaggio di ZenBuk insieme a noi?

Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

NO COMMENTS

Leave a Reply