Gira magica ruota, Dawn Powell

“Ma come posso dire che questo è amore?”, gli aveva chiesto con pazienza. “Come posso saperlo? Come si fa a sapere? Se è qualcosa che ti riempie, che non lascia spazio ad altri pensieri, qualcosa che ti stende come…come una macchina, così che di te non resta nulla, nessun desiderio, nessuna consapevolezza, allora quello è amore, ma non mi rende felice, è come il destino, come fondersi con l’eternità – ma io non voglio perdermi – non voglio, Andy, non voglio. Come faccio a sapere se questo è amore? Non può essere amore se mi fa sentire così persa, così sola, cieca e sorda.”

Una delle parti che mi è piaciuta di più di questo romanzo di una scrittrice poco conosciuta Dawn Powell, ma che ho apprezzato abbastanza.
Mi piace leggere anche autori che non conosco, soprattutto quando sono brillanti e divertenti.

Powell ci  racconta la storia di Dennis Orphen, uno scrittore ambizioso e molto ma molto cinico, infatti essendo anche molto curioso si intromette spesso nella vita altrui. E’ sempre alla ricerca di persone  e storie da raccontare e perciò gira per la città di New York per intromettersi nelle vite altrui e raccontarle anche se non autorizzato. Nel suo ultimo  libro che sta per essere pubblicato, racconta i segreti della sua amante Effie Thorne,  ex moglie di un noto romanziere.

Lui si rende conto di essere un po’ mascalzone e infatti spesso si rimprovera di questo e si auto analizza, ma continua lo stesso questo suo vizio di tradire chi gli sta intorno in nome dell’arte. E’ un personaggio che non ho apprezzato per nulla, mentre mi ha fatto molta pensa Effie.

GIRA MAGICA RUOTA
Dawn Powell
Fazi Editore, 238, € 13,42
ISBN 8881121824

Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here