ZeBuk Reading List – Agosto

Leggo, per quanto è possibile, soltanto ciò di cui ho fame, nel momento in cui ne ho fame, e allora non leggo: mi nutro [Simone Weil]

 

Lo Staff ha letto, e parecchio, questa estate: si è lasciato andare, tra montagna, lago, mare e città, a molti diversi generi, e ne è uscita una lista ricca e appassionante. Noi continuiamo a raccontarvi le nostre letture, voi parlateci delle vostre, vi va? 🙂

Angela

I miei libri di Agosto:

2- Un romanzo classico: Da dove sto chiamando, Raymond Carver
17- Il primo libro di un autore famoso: Sulla sedia sbagliata, Sara Rattaro
30- Un libro con antonimi nel titolo: Fra me e te, Marco Erba
45- Un libro tradotto: La felicità è una pagina bianca, E. Egan

La citazione:

Quel giovane uomo le era entrato nel cuore, senza preavviso, come un raggio di sole che scalda il mattino gelato, trafigge il buio e ti attraversa l’anima. Le aveva insegnato a sognare e ad amare il suo corpo, a trovarlo bello e prezioso. Le aveva regalato il suono dolce delle parole di chi ami, i colori e i sapori che ti alzano da terra e ti rendono forte e invulnerabile. (Sulla sedia sbagliata, Sara Rattaro)

Elisa

I miei libri di Agosto:

4- Un libro pubblicato quest’anno: L’altro capo del filo, Andrea Camilleri
16- Un libro di uno scrittore che ami che ancora non hai letto: Le colpe dei padri, Alessandro Perissinotto
22- Un libro che ti fa paura: Il tribunale delle anime, Donato Carrisi
27- Un libro da finire in un giorno:
Non dire gatto, Barbara Constantine
41- Un libro di un autore che non hai mai letto:
Aspettando Bojangles, Olivier Bordeaux
42- Un libro che hai già in casa ma non hai ancora letto
: Il rumore dei tuoi passi, Valentina D’urbano
43- Un libro ambientato nella tua città natale: Fiori per un vagabondo, Gianni Simoni

La citazione:

Carlotta sapeva che la parte di una donna adulta, accanto a un uomo affermato, prevede la conquista della benevolenza dei suoceri e lei quella parte la recitava con naturalezza, quasi non recitasse affatto (Le colpe dei padri, Alessandro Perissinotto)

Nicoletta

I miei libri di Agosto:

4- Un romanzo classico: Piccole Donne, Louisa M. Alcott
18- Un libro vincitore del Premio Pulitzer: La Strada, Cormac McCarthy
23- Un libro che ha più di 100 anni: Orgoglio e Pregiudizio, Jane Austen
31- Un libro stroncato dalle recensioni: Dopo di te, Jojo Moyes
40- Una graphic novel: Storie di un’attesa, Sergio Algozzino

La citazione:

Vi sono molte Beth nel mondo, timide e tranquille, che restano nascoste nel loro cantuccino, finchè non suona l’ora del bisogno; che vivono esclusivamente per gli altri, dimenticando se stesse e lo fanno in modo così dolce e così quieto che nessuno si accorge dei loro sacrifici, se non quando il povero uccellino smette di cantare, e la dolce, salutare presenza svanisce, lasciando dietro di sè la desolazione e il silenzio.
(Piccole donne, Louisa M. Alcott)

polepole

I miei libri di Agosto:

15- Il primo libro di un autore famoso: Alexis, Marguerite Yourcenar
19- Un libro basato su una storia vera: Ci rivediamo lassù, Pierre Lemaitre
30- Un libro con antonimi nel titolo: Il resto di niente, Enzo Striano
34- Un libro con un triangolo amoroso: Io, lui e… Monet, Annalisa Fabbri

La citazione:

Le cose, nella vita, non sono mai troppo precise; ed è mentire dipingerle nude poiché non le vediamo mai se non in una nube di desiderio (Alexis o il trattato della lotta vana, Marguerite Yourcenar)

Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here