Due chiacchiere con … Federica Romagnoli

Abbiamo recensito il romanzo di Federica Romagnoli, e visto che ci piace condividere le nostre scoperte con voi, “Qualcosa di noi” stà viaggiando verso la casa di una nostra affezionata lettrice , ed ora visto che Federica ha accettato con entusiasmo di rispondere a qualche nostra curiosità chiacchieriamo un po’ con lei:

L’intervista

Chi è Federica?

Penso di essere una “comunicatrice”, anche se definizioni su se stessi è meglio che siano gli altri a darle. Ho lavorato nelle emittenti radiofoniche come speaker e animatrice, mi sono occupata di marketing e pubbliche relazioni in ambito artistico e in differenti settori commerciali, ho scritto il mio romanzo “Qualcosa di Noi”. Sono una persona che ama la vita; che pensa che tutto sia un mistero e un’emozione affascinante molto più grande di noi; che vede il bicchiere sempre mezzo pieno; che pensa che domani è un altro giorno, che vale sempre la pena esserci nonostante tutto, che comunque torna sempre primavera.

Come è iniziata la tua passione per la scrittura?

Non credo di avere una vera propria passione per la scrittura, nel senso che il mio romanzo è venuto fuori da solo piano piano, quasi per caso, non spinto da una passione particolare per la scrittura o da un’idea o da un progetto preciso; è stata una cosa istintiva. Una notte mi è venuta in mente una frase, che è quella che anticipa tutto il romanzo, e la notte seguente mi è venuta in mente tutta l’introduzione che si trova all’inizio del primo capitolo. Poi, un po’ alla volta, è venuto il resto. Andando avanti con la scrittura, mi sono resa conto che stavo descrivendo le emozioni e che forse quello era il mio intento: scrivere per far uscire le emozioni da dentro di me. In questo modo, a poco a poco, quello che scrivevo diventava un romanzo. Alla fine ho pensato: dato che ho scritto, vorrei che altri leggessero. Così ho autopubblicato il mio romanzo con ilmiolibro.it, del Gruppo Editoriale l’Espresso. Vorrei ricordare che il libro si può acquistare on-line dal sito ilmiolibro.it e lafeltrinelli.it, oppure si può richiedere (specificando che è stato pubblicato con ilmiolibro.it) in una qualsiasi libreria laFeltrinelli in Italia.

Nel tuo romanzo oltre ai due protagonisti non ci sono altri personaggi di rilievo perchè?

Il mio romanzo è una storia d’amore raccontata da un punto di vista emotivo, dove parallelamente ai fatti ho raccontato e descritto soprattutto le emozioni che li accompagnano. Posso dire che la protagonista principale della storia è l’emozione stessa, ancor più dei due protagonisti. Ho cercato di raccontare e descrivere la nascita, la crescita e l’evoluzione nel corso del tempo di una delle emozioni più forti e profonde che possiamo provare che è quella dell’amore. E’ per questo che nel romanzo ci sono solo i due protagonisti, Chiara -che racconta in prima persona- e il suo ragazzo James, e non ci sono altri personaggi di rilievo oltre loro due. Anche il titolo, “Qualcosa di Noi”, riassume questo concetto: qualcosa di noi, cioè qualcosa che riguarda noi e appartiene solo a noi, che è successo tra noi, solo tra i due noi che sono appunto Chiara e James. Se avessi inserito altri personaggi di rilievo, mi sarei allontanata dal racconto e dalla descrizione dell’emozione condivisa dai due, e il mio romanzo non sarebbe quello che è ma sarebbe qualcos’altro.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro ? Stai scrivendo altro?

In generale non faccio mai tanti progetti, vivo alla giornata per quello che si può, “carpe diem” diceva qualcuno in passato; per me è vero. Comunque, per quello che riguarda la scrittura, al momento non sto scrivendo nulla. Per ora mi interessa che il mio romanzo “Qualcosa di Noi” venga conosciuto ed eventualmente letto da più persone possibili. Cerco, con i mezzi a mia disposizione, di farlo conoscere a tanti. Per chi vuole, lascio l’indirizzo della Pagina Ufficiale che ho creato su Facebook (https://www.facebook.com/Qualcosa.di.Noi.Federica.Romagnoli) dove oltre trovare tutti i link per leggere la Presentazione, i Primi Quattro Capitoli, i Commenti, è possibile conoscere e seguire tutte le attività di promozione che riesco a realizzare.

Un classico di zebuk …libro del cuore e libro sul comodino …

Il libro del cuore… sicuramente il mio!!! A parte gli scherzi, è proprio così. Al di là di quello che può essere il suo valore o il non-valore, il mio romanzo è il mio libro del cuore per quello che rappresenta per me. E’ una mia creazione, viene dalla mia vita, è parte della mia vita, gli voglio bene; penso sia abbastanza. Un titolo di uno dei miei libri preferiti eccolo: “Il vento non sa leggere” di Richard Mason. Il libro sul comodino invece, che è quello che sto leggendo in questi giorni, me lo hanno regalato al mio compleanno, è “Viva Tutto!” di Lorenzo Jovanotti e Franco Bolelli.

Grazie a Federica per averci raccontato un po’ di se …

over quaranta, mamma, geometra e creativa con una fresca passione per il web e una vecchia passione per i libri in tutte le forme sia cartacea che digitale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here