Angelology, Danielle Trussoni

Caverna della Gola del Diavolo,
monti Rodopi, Bulgaria.

Gli angelologi esaminarono il corpo. Era intatto, privo di segni di decomposizione, la pelle liscia e bianca come pergamena, i vitrei occhi acquamarina rivolti al cielo. Pallidi boccoli ricadevano sulla fronte e sulle spalle scultoree, formando un’aureola di capelli d’oro. Persino le vesti – la stoffa di un lucente filo metallico bianco di cui nessuno era in grado d’identificare l’origine – si erano perfettamente conservate, quasi che la creatura fosse spirata in una stanza d’ospedale a Parigi e non in una caverna nelle viscere della Terra.
Quelle condizioni no avrebbero dovuto stupirli. Le unghie delle mani, madreperlacee come l’interno di una conchiglia d’ostrica; il lungo addome levigato e privo di ombelico; la luminosità sovrannaturale della pelle…Tutto, nella creatura, era come si aspettavano che fosse; persino la posizione delle ali corrispondeva.

L’Angelologia è, secondo Wikipedia, “lo studio teologico delle dottrine riguardanti le entità chiamate angeli”.
E il romanzo di Danielle Trussoni è incentrato proprio sulle ricerche che un gruppo di angelologi hanno portato avanti nel corso degli anni sugli angeli.
Che, attenzione, non sono semplici figure mitologiche ma esseri che vivono in mezzo a noi.
Figure inquietanti, potenti, che sono riuscite, nel corso dei secoli, ad occupare posizioni privilegiate all’interno della società.
Gli angelologi sono arrivati a scoprire gli effetti curativi della musica sugli angeli.
E Percival Grigori III, angelo oscuro, spietato e malato, cerca di rubare i loro studi segreti.
E vuole trovare la lira dai poteri magici che potrà guarire le sue ali malandate.
Incarica Verlaine, un giovane e promettente studioso d’arte di rintracciare le lettere che Abigail Rockfeller spedì negli anni ’40 ad una suora del convento di St. Rose.
L’ignaro studioso invia una richiesta scritta al convento per poter accedere e iniziare la sua ricerca.
A rispondergli è Evangeline, giovane suora rimasta orfana di madre in tenera età.
Man mano che l’indagine va avanti Evangeline scopre tasselli del suo passato, che si mescola in modo inequivocabile con la ricerca di Verlaine.
E la famiglia Grigori che scalpita per poter entrare in possesso della lira.

Angelology è un romanzo un po’ thriller, un po’ fantasy molto coinvolgente.
Gli avvenimenti sono narrati attraverso le vicende presenti di Evangeline e Verlaine e i ricordi passati delle suore angelologhe.
In un mix che lascia senza fiato.
E che fa arrivare alla sorpresa finale con la giusta carica emotiva.
E’ un romanzo che getta una luce del tutto diversa sugli angeli, rispetto a come siamo abituati ad immaginarceli.
Più crudeli, più determinati.
In due parole: più umani.

Angelology
Autore: Danielle Trussoni
Edizioni Nord, 2011, 498 pag.
ISBN 9788842916468

40enne, mamma di una ex Vitellina, moglie di un cuoco provetto. Le mie passioni: lettura e scrittura. E ZeBuk. Fresca Expat in quel di Londra, vago come un bambino in un negozio di giocattoli nei mercatini di libri usati. Forse è questo il Paradiso!

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here