Piume di drago, Sara Boero

Mi chiamo Carolina, e sono la sorella piccola di Diego… anzi, di Don Diego.
Sua nonna ha iniziato a chiamarlo così da quando a cinque anni si è vestito da Zorro per carnevale, e non ha mai smesso. Oggi è il mio Primo Giorno di vita. Per la verità avrei dieci anni, ma visto che per dieci anni ho creduto di essere qualcosa che non ero, è come se stamattina avessi aperto gli occhi sul mondo per la prima volta…

La recensione di Piume di drago, Sara Boero

Don Diego, sua nonna Angela, la piccola Carolina e l’affascinante Andrea: quattro personaggi molto ‘particolari’, con una carica di simpatia ed una capacità di coinvolgimento uniche.

Una storia intrigante, che parla di ladri imprendibili, ali da costruire, misteriose organizzazioni segrete, sogni e bisogni, il diamante più grande dell’universo e… un piccolo drago trovato in un barattolo! Una storia che parla anche di affetti e di attenzioni particolari rivolte a chi ci ha dedicato una vita e ora è in difficoltà, ma non se ne vuole render conto…

Una storia per insegnare ai ragazzi quanto sia importante prendersi cura degli altri, voler bene ed ascoltare i sogni ed i bisogni di chi ci sta intorno…

Piume di drago
Sara Boero
Piemme (collana Il battello a vapore. Serie rossa), 2007, 136 pagg., € 8,00
ISBN 978-88-384-3758-8

Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

2 COMMENTS

  1. Ciao, mi chiamo Serena o 10 anni e vivo a bari .
    Il libro io l’ ho letto e mi e sembrato molto simpatico la trama non l’ ho capita molto bene ma mi e piaciuto.

    • Ciao Serena, benvenuta su Zebuk! magari potresti provare a rileggerlo con l’aiuto di qualche adulto, in effetti è un libro un po’… strano! 🙂

      Torna presto a trovarci!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here