La fattoria della libertà, Laura Castellani, Chiara Raineri

[…] Si guarda attorno, la stalla che è diventata casa sua non è poi tanto brutta, è di un colore verde smeraldo e attaccate alle pareti ci sono le foto dei turisti che l’hanno cavalcata sorridenti.
Balla, però, è tanto tanto triste perché vorrebbe essere libera. […]

La storia

Lirà è una bambina viziata e dispettosa, ma un giorno, nello Sri Lanka, incontra Balla, un’elefantina palmipede, Kirikiri, una scimmietta deliziosa e Pigallo, un pappagallo acido, e decide di liberarli dalla schiavitù in cui si trovano. Intraprendono un viaggio avventuroso in giro per il mondo aiutati da diversi animali: la babbuina Clò, la delfina Delphina, la civetta Squaw, il pellicano Pel e altri ancora. Il gruppo arriva in Europa, dai nonni di Lirà, dove la ragazzina spera di trovare un posto sicuro in cui abitare insieme ai suoi amici.
In realtà, i due avaracci non la vogliono. I quattro decidono allora di ritornare nell’unica casa che conoscono, nello Sri Lanka, e aprire la “Fattoria della Libertà” nella quale potranno trovare riparo tutti coloro che cercano un rifugio dalle prepotenze e indifferenze altrui. [fonte: www.leoneeditore.it]

Le impressioni

Una storia per bambini che sa essere anche una storia per grandi, se solo proviamo a leggere “oltre”; un gruppetto di personaggi, ognuno con i suoi pregi e difetti, che uniscono le loro forze e le loro menti per ottenere un fine comune: la libertà.

Libertà dalla schiavitù dello zoo per gli animali, libertà da una madre che lo è solo a parole per la bambina. Il loro viaggio in giro per il mondo alla ricerca della libertà ci insegna che – alla fine – bisogna imparare a costruirsela da soli, quella libertà tanto desiderata.
Insegna che grazie alla propria forza di volontà, e all’aiuto di persone amiche che si possono incontrare durante il percorso, è possibile diventare liberi e vivere la propria vita come è giusto per noi:

“[…] la Fattoria della Libertà, dove potrebbero trovare riparo i nostri amici e tutti coloro che vogliono essere liberi.”

Bella la storia scritta da Laura Castellani, belle le immagini disegnate da Chiara Raineri. Bello tutto perché semplice da leggere, facile da osservare (tanto che anche la mia piccola di 4 anni si è interessata e ha ascoltato tutta la storia dei simpatici personaggi senza battere ciglio), bello anche perché in quella semplicità si trovano significati in più, anche per chi è un po’ più grande. E questo non accade spesso… 🙂

La fattoria della libertà
Laura Castellani (autrice), Chiara Raineri (illustratrice)
Leone Editore (collana Gli scapestrati), 2011, pagg. 104, € 12,00
ISBN: 978-88-6393-038-2

Dove acquistarlo: Amazon

polepole
Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here