Mi fido di te, Francesco Abate, Massimo Carlotto

“La mamma era bella. La sbirciavo da quando le nostre auto si erano affiancate in attesa che il semaforo diventasse verde. Bella come se ne vedono in quelle pubblicità della pasta fatta in casa.

La ragazza era bella come se ne incontrano tante quaggiù. Razza femminile superiore, forgiata al sole e al beauty-center. Smerigliata dalla risacca della spiaggia di quarzo e da ore di allenamento acquagym. Un prodotto naturale potenziato, capace di far perdere la testa a chiunque.

La mamma era bella. Il moccioso no.

Il bambino che mi faceva le boccacce dal finestrino posteriore doveva aver preso tutto dal padre, era brutto e nel futuro non sarebbe migliorato.”

 Gigi Vianello, chiamato David Bowie dagli amici per i suoi occhi, uno azzurro e uno verde, ha poca voglia di studiare e tanta di fare soldi in modo facile e veloce e per farlo diventa spacciatore nelle discoteche del Nordest.

Dopo lo scontro con Sambin, padre di Sabrina una delle sue abituali clienti, viene accolto nella loro famiglia e diventa imprenditore nel ramo della contraffazione alimentare a Cagliari.

Crea una organizzazione di smercio di sostanze alimentari modificate nascosta dietro il ristorante Chez Momò, che diventa il simbolo della tradizione culinaria della città. Qui ricicla e smista cibo avariato che viene da ogni parte del mondo, soldi facili e pochi rischi.

Vianello ha un ottima reputazione e dopo varie vicende vede la sua fortuna trasformarsi, lui che è convinto di farcela sempre, il “suo mondo perfetto” si blocca, e inizia per lui una discesa a causa di un passato di traditore.

La polizia inizia ad indagare su di lui, gli uomini del politico a cui ha fatto dei torti lo perseguitano, perde tutto, fidanzata e ristorante…

Il crimine si nasconde sempre sotto la brava gente, e chi è scaltro anche se colpevole ce la fa sempre, purtroppo…

Nonostante sia un libro corto, ho trovato delle parti un po’ noiose e come sa chi mi legge da un po’, non amo particolarmente le storie in sospeso, con il finale non molto chiaro.

La lettura di questi due autori, non mi ha convinto del tutto.

Buona lettura.

Mi fido di te
Francesco Abate, Massimo Carlotto
Super Et, 2008, p. 178, € 10,50

Puoi acquistarlo qui:

Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here