Un filo di lana rosso, Raffaella Leone

Un lui e una lei scendono da un treno alla stazione centrale di Milano.

La coppia è caratterizzata da un filo di lana rosso che li unisce. Impossibile perdersi. La protagonista, decide non solo di seguirli ma di offrirsi come guida turistica per la gita nel capoluogo lombardo.

Inizia una breve avventura in cui lui e lei mostrano la loro diversità perché c’è chi vuole visitare il Duomo chi vuole rimanere in auto, chi vuole andare a mangiare in un ristorante chi vuole andare in un altro. Quindi tirando da una parte all’altra il filo si spezza, e bisogna riannodarlo con pazienza. Solo alla fine della gita scopriremo chi sono quei due…

Un testo che assomiglia ad una poesia, un po’ astratto ma ne rimarrete conquistati.

Anche se può sembrare difficile per i bambini, con l’aiuto di un adulto, il libro diventa una piacevole lettura.

Un mescolarsi di colori e di storie intrecciate, uomini e donne, unici che si annodano ad altri per poco o per tanto tempo, un filo che si spezza, si sistema e si speri tenga uniti per sempre perché nonostante le difficoltà il filo rosso sopravvive come i veri rapporti basati sull’amore e sull’amicizia, che nonostante le difficoltà che si incontrano vanno avanti.

I fili possono essere dei materiali e dei colori più diversi, ma restano fili, legami che possono essere indissolubili, basta saperlo insegnare ai bambini.

Autrice

Raffaella Leone che «sin da piccola scopre di avere due genitori scrittori, poeti e insegnanti che le hanno trasmesso a caratteri cubitali nel DNA la loro insana passione per la scrittura e l’insegnamento e così inevitabilmente fa entrambe le cose. Come le faccia è una questione ancora aperta. Sta di fatto che ama moltissimo i bambini e i libri e si dedica alla promozione della lettura e di eventi culturali in genere tutte le volte che può».

Buona lettura.

Età di lettura da 8 anni

Un filo di lana rosso
Raffaella Leone
Illustrazioni di Massimiliano di Lauro
Editore Secop, 2013, p. 48,  € 16,00

Puoi acquistarlo qui:

Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here