Mamma Natale ovvero l’importanza di nascere donna, Luisa Staffieri

Quell’anno era avvenuto il grande cambiamento. Babbo Natale (lasciatosi un po’ troppo condizionare dai suoi amici che lo schernivano spesso) aveva preso la grande decisione: avrebbe sostituito la mitica slitta trainata dalle sue amiche renne con l’ultimo modello, appena uscito sul mercato, di slitta monovolume turbo jet VAR93.

Ah, le donne, che invenzione!
Sì, lo so, siamo di parte e questa recensione rischia di essere un po’ troppo poco obiettiva, visto che a farla siamo io e mia figlia… 🙂 È che ci ha fatto troppo ridere scoprire che anche Babbo Natale a volte è… è… è proprio come tutti gli uomini, che al primo starnuto sentenziano, con fare melodrammatico:

“Du non buoi gabire guanto sto bbale!”

E allora meno male che c’è Mamma Natale che risolve la situazione (e che situazione! Ingarbugliata, molto ingarbugliata!) e si sostituisce al marito che, povero, è quasi in fin di vita per un semplice raffreddore…

Un’avventura divertente e un bel po’ faticosa, che va a buon fine grazie a Mamma Natale e alla sua preziosa borsa, piena stracolma di amore per tutti i bambini del mondo e rifornita degli attrezzi giusti, quelli che una mamma deve avere sempre con sé per risolvere ogni tipo di imprevisto! Troppo carina questa storia, da leggere in famiglia, ridendo e scherzando (e prendendo un po’ in giro questi uomini, per nulla resistenti al più banale raffreddore), per aspettare i doni che Babbo Natale (o sarà Mamma, questa volta?) porterà a tutti i bambini buoni…
Un libro “per giocare con gli stereotipi di genere in modo divertente”, e per capire e ragionare sul fatto che ognuno di noi ha pregi e difetti e che il modo migliore, a volte, è riderci un po’ su. Un libro che – come sostiene l’autrice – è fatto per “riflettere in modo divertente sull’importanza di fare ciò che ci piace, indipendentemente dal fatto che sia considerato da femmine o da maschi”. Insomma, un libro per parlare di differenze di genere anche a Natale, quando siamo tutti più buoni e disponibili all’ascolto e al confronto.

A far da cornice le miniature dei quadri di Tiziana Rinaldi e le allegre illustrazioni, che a nostro parere possono essere usate come spunti per divertirsi con i bambini a fare tanti collage a tema natalizio: la vediamo già Mamma Natale, che tira fuori dalla sua borsa la pistola per la colla a caldo… 😀

Mamma Natale ovvero l’importanza di nascere donna
Luisa Staffieri
Mammeonline (collana I libri del filo invisibile), 2012, pag. 36, € 8,00
ISBN: 978-88-89684-62-7

Per acquistare :

Photo: santatelevision.com

Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here