ZenBuk 2017: posso farcela anch’io!

La nostra vita è un’opera d’arte ‐ che lo sappiamo o no, che ci piaccia o no. Per viverla come esige l’arte della vita dobbiamo ‐ come ogni artista, quale che sia la sua arte ‐ porci delle sfide difficili (almeno nel momento in cui ce le poniamo) da contrastare a distanza ravvicinata; dobbiamo scegliere obiettivi che siano (almeno nel momento in cui li scegliamo) ben oltre la nostra portata, e standard di eccellenza irritanti per il loro modo ostinato di stare (almeno per quanto si è visto fino allora) ben al di là di ciò che abbiamo saputo fare o che avremmo la capacità di fare. Dobbiamo tentare l’impossibile. E possiamo solo sperare ‐ senza poterci basare su previsioni affidabili e tanto meno certe ‐ di riuscire prima o poi, con uno sforzo lungo e lancinante, a eguagliare quegli standard e a raggiungere quegli obiettivi, dimostrandoci così all’altezza della sfida. (Zygmunt Bauman)

Dopo aver cercato per un anno intero tutte le piccole strategie per semplificarci la vita ci siamo trovate a chiederci: qual è la giusta via da scegliere, ora, nel nostro percorso di ZenBuk?

È proprio allora che abbiamo incontrato sulla nostra strada chi “ce l’ha fatta”, chi è riuscito a raggiungere gli obiettivi che si era posto nonostante tutto remasse contro. Non necessariamente personaggi importanti, famosi o straordinari ma anche persone comuni, nelle quali tutti noi possiamo immedesimarci per dire, finalmente:

Posso farcela anch’io!

Abbiamo scelto di leggere le loro storie, di raccontarvele e trovare spunti anche da queste vite e da queste persone, comuni, semplici, ma che hanno dimostrato la forza di volontà necessaria per arrivare, quell’energia incredibile che ti fa tentare l’impossibile e far di tutto per raggiungerlo.

Sarà ancora una volta un bel viaggio: positivo, indispensabile e anche se difficile e complicato, bello da portare a termine.

Allora, continuate il viaggio di ZenBuk insieme a noi?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here