Intervista a Francisco Marin

Ciao Francisco e benvennto su Zebuk! Ti va di presentarti ai nostri lettori raccontando un po’ di te?
Sono nato in una città nel nord della Spagna, ma ho vissuto in diverse città, fino a quando un giorno sono arrivato a Ibiza e l’isola mi ha catturato. Vivo qui da più di venti anni.
Fin dall’infanzia e per tutta la vita sono stato un lettore vorace e un giorno mi è capitato di scrivere un romanzo. L’ho scritto senza pretese, come divertimento.

Hai scelto di ambientare la storia ad ibiza, dove vivi. Com’è vivere sull’isola famosa per la vita notturna e gli eccessi?
Ibiza ha due facce: in estate è un’isola piena di gente che cerca spiagge e discoteche; in inverno è una piccola città tranquilla.
Quello che mi piace di Ibiza è la tranquillità dell’inverno. In estate fuggo dall’isola. Ci sono troppe persone, troppe macchine e trambusto.

Il tuo romanzo, Il caso Demichellis è stato autopubblicato su Amazon.
Pensi che per uno scrittore emergente sia più facile raggiungere il pubblico così o forse pensi che la solidità di una casa editrice di successo possa essere un vantaggio?
In Spagna, è quasi impossibile che un nuovo autore venga pubblicato da una grande casa editrice. È difficile persino che venga letto.
Penso che Amazon sia l’unica piattaforma su cui un primo romanzo può essere letto da migliaia di persone. Persino alcuni autori (come Marcos Chicot) hanno pubblicato in grandi case editrici dopo il loro primo successo su Amazon.

Il tuo libro mi è piaciuto molto perché non rispecchia il solito clichè dei romanzi gialli. Ha una costruzione quasi cinematografica, soprattutto nelle concitate pagine finali. Ti sei ispirato a qualche scrittore in particolare quando hai deciso di scrivere una storia così?
Non mi sono ispirato a nessuno scrittore in particolare. Ho semplicemente cercato di scrivere un romanzo gradevole che rientrasse nel genere poliziesco, senza scene eccessivamente violente o macabre. E, anche se lo considero un romanzo classico in termini di sviluppo, ho cercato di creare alcuni personaggi originali.

Tra i vari personaggi del libro quello che sicuramente rimane nel cuore del lettore è Zarco perché inizia in sordina ed invece poi dimostra di essere davvero in gamba. Tu hai un personaggio del cuore?
Penso che Álex Zarco sia un personaggio che sfugge ai cliché. Non ha niente a che fare con il tipico detective. Non è un duro e al posto del whisky beve Cola-Cao. Ha i suoi problemi psicologici e complessi e forse la sua fragilità è ciò che lo rende più vicino a noi.

Ti aspettavi tutto questo successo quando hai scritto la parola FINE al romanzo?
Non l’avrei mai immaginato. Ho scritto il romanzo pensando che sarebbe stato letto da quattro amici e dai miei parenti. In seguito ha raccolto commenti molto positivi tra i blog spagnoli e nell’ottobre del 2017 è diventato il numero 1 nelle vendite nella classifica generale di Amazon in Spagna ed è ancora tra i più venduti. Il numero di lettori è vicino a 5.000.
Questo successo ha superato tutte le mie aspettative. Sono anche consapevole di essere stato molto fortunato.

Quale è stata la persona a cui hai fatto leggere per prima la versione definitiva del libro?
Un amico d’infanzia, si chiama Josu Zulaika. Mi disse che aveva amato ciò che avevo scritto e che il romanzo non aveva nulla da invidiare ad altri scrittori professionisti. L’ho ringraziato per i suoi complimenti, ma ho pensato che avesse esagerato un po’

Stai già lavorando a qualcosa di nuovo?
Sì, sto scrivendo un secondo romanzo. Saranno presenti alcuni dei personaggi principali de Il Caso Demichellis. Tuttavia, quando ho scritto il primo, l’ho fatto liberamente. Non sapevo nemmeno se sarebbe stato pubblicato o meno. Ora, d’altra parte, pensare che possa essere letto da migliaia di persone mi spaventa un po’.

Ed ora ringraziandoti per la gentilezza e la pazienza ecco l’ultima domanda. Quali sono i libri che hai al momento sul comodino?
Di solito alterno un romanzo di genere poliziesco e uno appartenente a un altro genere. In questo momento sto leggendo Wonder, di R.J. Palacios, che un’ amica mi ha regalato.

Grazie mille Francisco e a presto su Zebuk!

SIBY
Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here