Uno, Isabella Paglia

Era così che lo chiamavano ogni volta che provava a chiacchierare con loro, a giocare con loro, a stare con loro.
– Spiacenti, ma tu non sei come noi tutti, non sei dei nostri, sei uno diverso.

Parliamo di tutte le paure, in questo caldissimo mese di luglio 2019 su ZeBuk. E io credo che una delle paure più grandi, che tutti – tutti! – dobbiamo imparare ad affrontare, sia quella nei confronti di chi è diverso.
Si può parlare di aspetto, di abitudini, di usi e costumi, di credenze… ma in tutti i casi la diversità è una ricchezza, se certamente sappiamo come osservarla, se certamente siamo abbastanza ricchi dentro per accettarla e conoscerla.
E credo che insegnarlo ai nostri figli sia fondamentale per sperare in un futuro diverso.
Migliore.
Più umano.

La mia recensione di “Uno”, di Isabella Paglia

Isabella Paglia ormai è un’Amica di quelle con la A maiuscola. Condividiamo l’amore per la lettura, ci piace raccontare a voce alta e quando arriva una sua nuova storia io fremo finché non posso aprire il libro e tuffarmi nelle sue parole.
Ok, sono un po’ di parte, lo ammetto. Proprio in questi giorni però ho avuto la prova che questo effetto non lo fa solo a me ma anche ad altri!

Vi racconto.
Durante un pomeriggio di letture al parco per Nati per Leggere ho tirato fuori dalla borsa magica proprio Uno, per leggerlo ad un gruppo di bambini (3-6 anni circa). Complice la bimba lentigginosa più divertente del pianeta – che pareva conoscesse Uno di persona da quanto ne ha parlatoUno ha incantato anche loro, è diventato loro Amico, li ha abbracciati e invitati a casa sua, offrendo loro la sua ospitalità e almeno trenta vassoi di pasticcini! (:D dovete leggere per capire, fidatevi!)

La storia di Uno è un po’ come quella di tanti uomini, donne e bambini che si trovano in un paese straniero per caso: cercano di integrarsi, magari provano a fare amicizia, ma il più delle volte sentono un gran freddo al cuore per come vengono accolti, si sentono soli e non accettati.
I visi dei bimbi durante il racconto mostrano mille diverse emozioni – è incredibile e illuminante, davvero! – e quando leggevo di Uno e della sua tristezza ho visto lacrimoni subito dietro le ciglia, pronti a uscire, in molti molti visetti.

 – Ciao, Amico! Mi chiamo Qualcuno, piacere di conoscerti. Posso entrare? Sono proprio stanco e affamato – disse lo strano essere, allungando le zampe, che forse erano pinne oppure ali squamose…

Paura del diverso.

Parliamone. Parliamone con i bambini, cerchiamo di capire quali siano i loro timori, affrontiamo paure e dubbi per aiutare loro – e noi! – a costruire un mondo migliore, più fiducioso e sereno, più accogliente verso tutti.

Grazie a Isabella per quest’occasione, grazie per aver dato voce a Uno e a Qualcuno, che non sono uno e qualcuno qualsiasi, ma due tipi speciali, davvero!

Uno
Isabella Paglia (illustratore: Andrea Scoppetta)
Giunti Editore (collana Colibrì), 2018, pag. 48, € 6,90
ISBN: 978-8809869363

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here