Il mondo ha bisogno delle ragazze (di me), Alessandra Spada

Il giorno in cui sei nata tu il mondo è diventato un posto migliore

Un diario, una raccolta di racconti o un quaderno di attività?
Quello che hai in mano è tutte queste cose. Un libro per ispirare i tuoi pensieri creativi e quelli coraggiosi, ma anche per accogliere dubbi e paure. In queste pagine troverai spazio per scrivere e disegnare, qualche esperienza utile a comprendere il corpo che cambia, le emozioni che a volte ci travolgono, le relazioni con te stessa e con il mondo che ci circonda. Ci sono anche alcune storie di donne e ragazze. Non troppe però, perché la storia che conta qui è la tua.

La recensione di Il mondo ha bisogno delle ragazze (di me), Alessandra Spada

Non è necessario raccontare tutti i tuoi segreti a tua madre. Ma è importante che tu sappia di poterlo fare. In te ci sarà sempre qualcosa di colei che ti ha messo al mondo. Se saprai mantenere un buon dialogo con lei sarete più forti e felici entrambe.

Un viaggio attraverso le parole, i disegni, gli scarabocchi, gli esempi importanti, l’esercizio della consapevolezza e un po’ di studio del corpo umano, che può aiutare le ragazze di oggi ad essere più consapevoli del proprio valore e dell’importanza che il loro ruolo riveste nella società moderna: anche attraverso questi mezzi si crea una circolarità, “un girotondo di sorellanza”, che aiuta a vincere le imprese più difficili, facendo squadra. In questo anche la madre è fondamentale: il rapporto con lei, la forza e la comprensione e la spalla che è capace di dare.

Il mio parere su Il mondo ha bisogno delle ragazze (di me), Alessandra Spada

Questo libro è nato pensando a mia figlia, a me alla sua età e a quello che avrei voluto sapere, e a tante altre ragazze che vedo crescere intorno a me, diventare donne in un mondo che non è per niente gentile, ma che ha un grande bisogno di loro, anche se non lo sa.

Quando avevo 12 anni avevo mille paure e dubbi e timori e certezze (che poi non fossero quelle giuste era ancora tutto da imparare). Ricordo che per il mio compleanno qualcuno mi regalò un libro che era una specie di mini enciclopedia sull’adolescenza: dava nozioni su scienza e psicologia, spiegava quello che mai avremmo chiesto ad un adulto, c’erano domande e risposte molto ben fatte, esplicite al punto giusto. Un bel manuale, dovrei recuperarlo…

Il mondo ha bisogno delle ragazze (di me) è qualcosa di simile – riveduto e corretto per le adolescenti di oggi – ma anche qualcosa in più: quella parte creativa che è importantissimo liberare e che oggi probabilmente fa fatica ad essere stimolata più di allora. E anche una grandissima spinta ad essere più sicure di sé, a credere nelle proprie possibilità e capacità, ad essere consapevoli e ad avere fiducia nei mille domani che possiamo iniziare a costruire oggi. Insieme.

Esempi di donne, ragazze, che hanno avuto una marcia in più fatta di coraggio e senso di responsabilità, che sono state capaci di dare il via a fortissimi movimenti: Julia Bluhm insieme allo Spark Movement per l’attenzione e le rigide regole sulla manipolazione digitali delle immagini, le studentesse della Oakwood School insieme a Girls Learn International per aiutare le donne indiane a migliorare la qualità della loro vita e l’uso degli assorbenti (tassati come beni di lusso in certi paesi), Flavia Rizza insieme alla Polizia Postale per il cyberbullismo e così via.

Insieme è una delle parole chiave di questo libro:

Se le ingiustizie ti fanno arrabbiare, non scoraggiarti, cerca alleate e alleati.
Il mondo ha bisogno di voi, è il momento di fare rete. Insieme si va più lontano.

Ed è fondamentale che questa idea dilaghi: insieme è meglio, insieme è più facile, perché

nessuna è un’eroina solitaria, le alleanze sono importanti.

Età di lettura: dai 11 anni

Il mondo ha bisogno delle ragazze (di me)
Alessandra Spada
Settenove, 2020, pag. 128, € 14,90
ISBN: 978-8898947447

Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here