Curry e caramello, Irene De Piccoli

Il suo è un destino di storie iniziate, lasciate in sospeso e poi riscritte. Un destino di diversità, origami e coniglietti invisibili al profumo di lampone. Un destino frammentato di distinte realtà che coesistono. Un destino di amore che ne ricompone i frammenti, riposizionando ciascuno al posto che gli spetta.
Un destino di curry e caramello.

La tenerezza di una storia che profuma di altre culture, di sapori speziati, di amore, di mamme di pancia e mamme di testa.

La recensione di Curry e caramello, Irene De Piccoli

«La differenza è che la mamma naturale, prima della tua nascita, ti ha tenuta nella sua pancia. La mamma adottiva, invece, prima della tua nascita, ti ha tenuta nella sua testa. Ma entrambe, e per tutta la vita, ti terranno per sempre nel cuore».

Poornima ha 9 anni, la pelle diversa da amici e familiari, un amico invisibile di nome Stantuffo e una passione per l’origami. Nel suo cuore c’è un segreto, un’ombra sulla vita con le amiche, a scuola, a hip hop, nella villa dei fantasmi… Solo un artista misterioso saprà sciogliere i nodi della sua storia.

Il mio parere su Curry e caramello, Irene De Piccoli

Smalto rosa sulle unghiette. Gingilli rigidi in argento sulle caviglie morbide. I piedini, minuti e cicciottelli, ciondolano nel vuoto. Sta seduta su un piano rialzato. Di fronte a lei, accucciata su un suolo polveroso in terra battuta, una donna armeggia con attrezzi da cucina. È voltata di spalle, gli abiti vecchi dai colori un tempo sgargianti. Lungo la schiena, come una cascata, le scendono folti capelli neri, ordinati e raccolti in una treccia. E tutto attorno, nell’aria, un profumo pungente, avvolgente, caldo e pruriginoso che pizzica il naso.

Ho avuto modo di vivere abbastanza da vicino una storia di adozione. L’ho sentita sulla pelle e nel cuore, ho fatto preparativi per l’arrivo del mio primo nipotino, ho avuto il cuore gonfio di gioia quando l’ho visto la prima volta.
Non è una semplice e meravigliosa nascita, è qualcosa di ancora più forte. Ma non tutti possono sentirsi pronti ad un passo del genere.

I genitori adottivi di Poornima (in India significa “Luna Piena”) hanno affrontato tutti i passi che la decisione di chiedere un figlio in adozione prevede, e sono riusciti ad abbracciare la loro bambina. Mentre parlano con lei e provano a raccontarle della sua vita prima di conoscerli, si sente nell’aria un’immensa tenerezza e un grande, struggente amore. Ma per Poornima non è ancora tutto così semplice e chiaro, continua a farsi domande “che aggirano la questione senza mai affrontarla davvero”. Non è certo facile affrontare un dilemma del genere.
Per fortuna che trova un amico con la A maiuscola, un po’ strano e misterioso, che sa come aiutarla a capire…

Preziose, le parole usate da Irene De Piccoli per raccontare questa storia; saporite, profumate e dolci, almeno quanto il curry e il caramello del titolo! 

Curry e caramello
Irene De Piccoli
Buk Buk Editore, 2020, pag. 112, € 12,90
ISBN: 978-8898065585

Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here