Batti il muro, Antonio Ferrara

“Il mio silenzio non era mai scomodo. Né invadente. Né rumoroso. Quando non mi andava di parlare dalla mia gola non usciva alcun suono. Come spremere acqua da una pietra. Non usciva neppure una parola. Le parole dovrebbero essere fatte dalla stessa sostanza delle cose, e nominarle dovrebbe bastare a farle comparire, le cose.”

La mia opinione di Batti il muro, Antonio Ferrara

Caterina è una bambina quando la madre la chiede al buio in un armadio.

La madre è malata, per fortuna non ha mai comportamenti violenti se non quello di chiudere Caterina nell’armadio, ma non lo fa mai con la sorella.

All’inizio Caterina dentro l’armadio ha paura, poi piano piano si abitua e porta con sè un libro e una torcia elettrica e tutto diventa più facile e sopportabile.

Caterina non piange, non urla e non protesta. Sta chiusa nell’armadio in silenzio con i suoi libri.

E sarà proprio l’amore per questi libri a dare senso alla sua vita.

La mia recensione di Batti il muro, Antonio Ferrara

“Cercavo di non guardare in alto. Cercavo di non ascoltare la loro richiesta assurda, la loro voce disperata. “Batti il muro!” urlavano. “Batti il muro!” Ma alla fine obbedivo, picchiavo la mano aperta sui mattoni ruvidi e scappavo via.”

Batti il muro, titolo del libro, è la frase che gli internati del manicomio, davanti al quale Caterina passa ogni giorno per andare a scuola, rivolgono a tutti i passanti, chiedendo un contatto.

Il tema di questo libro che si legge tutto d’un fiato é la follia, l’amore folle di una madre e la salvezza della figlia Caterina attraverso i libri che la madre le permette di portare dentro l’armadio dove viene chiusa tutti i pomeriggio dopo la scuola.

Piano piano Caterina inizia a leggere anche fuori dall’armadio, è assetata di storie e della vita di cui è stata privata, e soprattutto della spensieratezza dell’infanzia.

Caterina viene privata di vita sociale perché segregata tutti i pomeriggi nell’armadio. Ma riesce lo stesso a crescere serena perché scopre la vita attraverso i libri.

Crescendo lascerà la famiglia per lavorare in una libreria e stare con l’uomo che ama sin da giovane.

Buona lettura!

Batti il muro
Antonio Ferrara
Rizzoli, 2019, p. 175, € 11,00

Puoi acquistarlo qui:

Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here