C’era due volte, Franck Thilliez

Trentadue giorni di inferno, e ancora nulla. Quel pomeriggio di un mese prima Julie non era rientrata a casa. Avevano trovato la sua mountain bike il mattino del 9 marzo, il giorno dopo la scomparsa, al limitare del fitto bosco di larici che si slanciava verso le cime.

La recensione di C’era due volte di Franck Thilliez

Una ragazza scomparsa, un padre che non smette di cercare, una famiglia distrutta e il genio di Thilliez che sorprende il lettore con un romanzo di una cupezza e dolore immensi.
Gabriel Moscato si risveglia in una stanza d’albergo e scopre di non ricordare gli ultimi 12 anni. Sa benissimo che nel 2008 sua figlia è scomparsa ma il resto è un enorme buco nero. L’unica cosa che può fare è ricominciare a cercare e indagare per avvicinarsi alla verità.

La mia opinione su C’era due volte di Franck Thilliez

C’era due volte, ultimo romanzo dello scrittore, è un libro sorprendente per più di una ragione. Molto lungo, ricco di tensione e colpi di scena accompagna il lettore in una discesa all’inferno indimenticabile e regala un finale sconvolgente e straziante.
Thilliez dà ai suoi lettori tutto ciò che ormai è caratteristico del suo stile: palindromi, incastri narrativi perfetti, enigmi.
Il libro si pone come seguito del romanzo precedente: Il manoscritto anche se non lo è nel senso stretto del termine. Unico avvertimento: se non avete letto Il manoscritto NON leggete le Note dello scrittore alla fine del libro.

C’era due volte è sicuramente un romanzo forte che turba profondamente, e credetemi che la fine non la dimenticherete tanto facilmente. Thilliez scrive un romanzo forse meno trascinante dei precedenti ma capace allo stesso tempo di incollare alle pagine.
Quella che leggiamo è la lunga, appassionante indagine di un padre che non si è mai arreso e che ha perso tutto pur di ritrovare sua figlia. È la storia di persone malvagie, di crimini mostrati al mondo senza turbamento, della scioccante consapevolezza che i cattivi non sempre pagano.

Un romanzo che dà i brividi, che annoda lo stomaco e che sconvolge per quanta crudeltà vive beatamente sotto il sole ignorata dal mondo.
Buona lettura.

C’era due volte
Franck Thilliez
Fazi, 2021, p. 500, €. 18,00

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here