Fred Vargas

Il commissario Adamsberg sapeva stirare le camicie, sua madre gli aveva insegnato ad appiattire il carré e lisciare il tessuto intorno ai bottoni. Staccò il ferro, mise gli abiti in valigia. Rasato, pettinato, partiva per Londra. Impossibile sottrarsi.
Piazzò la sedia nel riquadro di sole della cucina. La stanza aveva finestre su tre lati, perciò spostava continuamente la sedia intorno al tavolo rotondo, seguendo la luce come la lucertola che gira intorno a un masso. Appoggiò la tazza di caffè lato est e sedette con la schiena al caldo. (Un luogo incerto)

Ci sono scrittori il cui stile narrativo è talmente fuori dagli schemi che si rendono immediatamente riconoscibili.
Uno di questi è proprio Fred Vargas, pseudonimo di Frédérique Audouin-Rouzeau (Parigi, 7 giugno 1957), ovvero una delle più originali scrittrici francesi dei nostri tempi.
Nata da madre chimica e da padre scrittore surrealista, Fred è il diminutivo di Frédérique; Vargas è lo pseudonimo usato da sua sorella gemella, Joëlle (Jo Vargas), pittrice contemporanea che a sua volta lo ha mutuato dal cognome del personaggio interpretato da Ava Gardner nel film La contessa scalza.
È ricercatrice di archeozoologia presso il Centro nazionale francese per le ricerche scientifiche (CNRS), ed esperta in medievistica. Ha lavorato a lungo sui meccanismi di trasmissione della peste dagli animali all’uomo.
Autrice anche di sceneggiature per la televisione, come scrittrice è specializzata in letteratura poliziesca e scrive le prime stesure dei suoi romanzi in ventuno giorni durante il periodo di vacanza che si concede annualmente.
Nei suoi romanzi, la Vargas ricerca innanzitutto la precisione e la “sonorità” delle parole. Poi sviluppa i suoi personaggi. Atipici, logorati dalla vita, ma sempre là, pronti a battersi. Fred Vargas ama dipingerli con cura, tanto fisicamente che psicologicamente. Offre loro un vissuto, un passato, e una consistenza, che rendono credibili i loro intrecci.

JEAN-BAPTISTE ADAMSBERG

Lo “spalatore di nuvole“, è commissario di polizia del 13° arrondissement di Parigi, uomo lento, riflessivo, che, alle prese con casi intricati e apparentemente irrisolvibili, sembra brancolare nel buio finché non viene folgorato da una delle sue intuizioni geniali (in genere durante una delle sue camminate riflessive), lontane dal rigore della “classica” logica dell’investigatore, che lo conducono alla soluzione.
Intorno a lui ruotano i racconti di quella che, ormai è diventata la “Serie Adamsberg”.
Viene affiancato da Adrien Danglard, il suo vice, metodico, colto, sovrappeso, separato – anzi, abbandonato – dalla moglie, padre affettuoso e responsabile di cinque figli (due coppie di gemelli e uno non suo) e forte bevitore. Compensa le scarse attrattive fisiche con una sofisticata eleganza. Uomo dalle apparentemente inesauribili conoscenze storiche e scientifiche, è il contrappeso, quanto a logica e metodo polizieschi, del caos in cui si dibatte Adamsberg.
Ovviamente, come ogni personaggio interessante che si rispetti, Adamsberg ha una vita privata non facilissima, al cui centro troviamo saldamente Camille Forestier, la storica non-fidanzata nonchè madre di suo figlio Thomas. Musicista, compositrice, esperta di riparazioni idrauliche e camionista alla bisogna, Camille sembra essere la giusta metà della mela di un personaggio altrettando fuori dagli schemi qual’è Adamsberg.

GLI “EVANGELISTI”

Marc Vandoosler (detto San Marco, colf di giorno, storico di notte), Lucien Devernois (San Luca, storico specializzato nella prima guerra mondiale) e Mattias Delamarre (ovvero San Matteo, archeologo specializzato in preistoria).
Vengono soprannominati gli Evangelisti e insieme vivono in quella la topaia di rue Chasle a Parigi che hanno l’ardire di chiamare casa, insieme al vecchio zio di Marc, Armand Vandoosler, un poliziotto in pensione e un grande osservatore.

CURIOSITA’

Fred Vargas ha avuto un ruolo importante nella campagna per la difesa di Cesare Battisti, terrorista italiano ricercato dalla giustizia italiana e francese per crimini commessi negli anni di piombo. Sul rapporto che la lega al Battisti e sulle sue motivazioni, la Vargas ha scritto un libro nel 2004, La Vérité sur Cesare Battisti, ancora inedito in Italia.

BIBLIOGRAFIA

  • (Les Jeux de l’amour et de la mort, 1986)
  • L’uomo dei cerchi azzurri (L’Homme aux cercles bleus, 1996) (Einaudi, 2007)
  • Prima di morire addio (Ceux qui vont mourir te saluent, 1994) (Einaudi, 2010)
  • Chi è morto alzi la mano (Debout les morts, 1995) (Einaudi, 2002)
  • Un po’ più in là sulla destra (Un peu plus loin sur la droite, 1996) (Einaudi, 2008)
  • Io sono il Tenebroso (Sans feu ni lieu, 1997) (Einaudi, 2000)
  • L’uomo a rovescio (L’Homme à l’envers, 1999) (Einaudi, 2006)
  • Parti in fretta e non tornare (Pars vite et reviens tard, 2001) (Einaudi, 2004)
  • Sotto i venti di Nettuno (Sous les vents de Neptune, 2004) (Einaudi, 2005)
  • Nei boschi eterni (Dans les bois éternels, 2006) (Einaudi, 2007)
  • Un luogo incerto (Un lieu incertain, 2008) (Einaudi, 2009)
  • La trilogia Adamsberg raccolta contente L’uomo dei cerchi azzurri, L’uomo a rovescio, Parti in fretta e non tornare (Einaudi, 2009)
  • I Tre Evangelisti raccolta contente Chi è morto alzi la mano, Un po’ più in là sulla destra, Io sono il Tenebroso (Einaudi, 2010)

Noi vi abbiamo parlato di...

Un luogo incerto, Fred Vargas

Il commissario Adamsberg sapeva stirare le camicie, sua madre gli aveva insegnato ad appiattire il carré e lisciare il tessuto intorno ai bottoni. Staccò...

I libri più venduti della settimana (dal 22 al 28 giugno)

Entra al primo posto Fred Vargas che supera Camilleri, che rimane comunque nella top ten, insieme a Carlo Rovelli con le sue "Sette brevi...

Parti in fretta e non tornare, Fred Vargas

A Parigi, la gente cammina molto più in fretta che a Guilvinec, Joss l'a-veva constatato da parecchio tempo. Ogni mattina, i pedoni filavano lungo...

Prima di morire addio, Fred Vargas

L’orrore è un’idea confusa. Uno può essere orribile schiacciando una mosca e magnifico uccidendo un uomo. Durante una festa notturna a Piazza Farnese viene assassinato...

Gli articoli più letti nell'ultima settimana