Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita, Giulio Cesare Giacobbe

Dicesi “sega mentale” il pensare a cose che non hanno attinenza con la realtà.

La recensione di Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita di Giulio Cesare Giacobbe

Ditelo senza falsi pudori, coraggio!

Avete letto il titolo di questa recensione e avete pensato a uno scherzo di Zebuk.

Beh, nulla di più sbagliato, credetemi. Ammetto che anche io quando ho ricevuto questo libro in regalo l’ho guardato con sospetto e con una certa spocchia, poi l’ho letto e mi sono ricreduta, totalmente.

Questo è una guida, semiseria per carità, un manuale pratico di autoprevenzione e autoterapia delle nevrosi.
In pratica l’autore ci spiega, in tono faceto e divertente, che noi uomini moderni ci complichiamo inutilmente le giornate sprecando energie, tante energie, facendoci seghe mentali assolutamente inutili e dannose.
Perché spesso le seghe mentali sono pensieri negativi che invece di sollevarci ci fanno piombare ancora di più in paure e nevrosi.

Come liberarci dalle seghe mentali? L’autore suggerisce di concentrarsi sulla realtà: il lavoro per esempio. In pratica se siamo concentrati su ciò che di REALE ci circonda riusciamo a tenere a bada i pensieri dannosi.

Per smettere di farsi le seghe mentali occorre rivolgere la propria attenzione

a ciò che si sta facendo,

a ciò che succede,

al mondo che si ha intorno.

Altro trucco o segreto per vivere serenamente  è accontentarsi. Troppo spesso le seghe mentali non sono altro che pensieri su ciò che non si ha o su ciò che ci fa paura.

Il segreto è: non farsi aspettative ma godersi la vita per quello che è. Qualsiasi cosa. E imparare ad amare.

La mia opinione su Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita di Giulio Cesare Giacobbe

In questo mese di Aprile, dedicato alle pulizie di casa e dell’anima, questo libretto ci sta proprio bene.
Ci insegna che vivere felicemente è possibile, che si può essere sereni anche nel nostro mondo moderno. Le paure e le ansie non devono spaventarci. Se ci aggrediscono possiamo imparare a tenerle a bada, imparare che fanno parte della nostra routine quotidiana.

E allora proviamo a liberare la mente dai pensieri inutili: scopriremo quanto spazio e quanta pace la nostra mente può contenere.

Buona lettura.

Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita
Giulio Cesare Giacobbe
Ponte delle Grazie, 2003, p. 121

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

1 COMMENT

  1. Lo ammetto: a me questo libro (insieme al Metodo Antistronzi, di cui abbiamo parlato tempo fa) ha cambiato la vita. Perché forse il modo migliore per prendere sul serio i propri problemi è riderci sopra (chi lo diceva?)!
    Grazie Siby, hai confermato quello che pensavo! 🙂

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here