La gente felice legge e beve caffè, Agnès Martin-Lugand

Ma il mio cuore continuava a battere con ostinazione. E mi teneva in vita. Per mia grande disgrazia.

Diane da un anno sopravvive.
Da quel terribile giorno in cui un incidente le ha portato via marito e figlia Diane ha smesso di lavorare e quasi di uscire di casa.
Dorme, fuma e mangia quando si ricorda.
Per fortuna c’è Felix, suo migliore amico, che la sostiene, si preoccupa per lei e manda avanti il caffè letterario nel centro di Parigi.
Ed è proprio Felix che sprona Diane a vivere di nuovo anche se con proposte poco ortodosse.
Diane invece prende una decisione stramba: molla tutto e si trasferisce in Irlanda, in un paesino scelto a caso sull’atlante.
Va a vivere a Mulranny, lungo la costa, in un cottage solitario.
La vita a Mulranny non sarà però così isolata come immaginava Diane: i padroni di casa sono gentili ed ospitali, la cittadina è carina, l’unico inconveniente è il vicino di casa burbero.

La gente felice legge e beve il caffè è l’opera prima di Agnès Martin-Lugand e a breve diventerà un film.
Il romanzo scorre veloce, si legge in un paio d’ore.
L’autrice imbastisce una storia dolorosa senza scadere nel facile pietismo.
Diane è una donna distrutta ma troverà la forza di risollevarsi e riprendere in mano la sua vita.
Non sarà un percorso semplice nè facile, dovrà scontrarsi col mondo esterno, che da un anno ha chiuso fuori, e con se stessa, con le sue paure più grandi, prima tra tutte quella di ricominciare a vivere.
Se amate l’Irlanda, l’amore e le donne con un bel caratterino questo è il libro che fa per voi.
Buona lettura.
 

 

 

La gente felice legge e beve caffè
Agnès Martin-Lugand
Sperling & Kupfer, 2014, p. 202, €. 16,90

 

 

Per acquistare:

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

2 COMMENTS

  1. l’Irlanda e` rifugio catartico anche in un altro romanzo molto scorrevole e molto piacevole: “Caffe` Babilonia”, un paesino irlandese meta di rifugio per tre sorelle islamiche in fuga dal loro paese.
    Bisogna proprio andarci a vederla questa verde Irlanda eh? Magari prima mi leggo pure “La gente felice legge e beve caffe`”, gia` il titolo comunque mi ispirava parecchio!
    Grazie della recensione
    Scake

    • Grazie a te, Scake!
      L’Irlanda ispira tanto tanto tanto anche me. Se poi parliamo di leggere e di bere caffè… 😉 #chettelodicoaffare…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here