L’impero del sogno, Vanni Santoni

Com’è cominciata, mi chiedi? Non lo so come è cominciata, Il momento esatto, intendo, E’ stata una storia strana, sai? Lo so che lo sai. era per dire…Strana, e lunga, nonostante in tutto, di là, non siano passati che dodici giorni, Di certo, però, è cominciata con un sogno.

Prequel della saga Terra Ignota, L’Impero del sogno è un romanzo onirico che si sviluppa in Toscana.
Federico Melani, detto Mella, si trova nella strana condizione di preferire il sonno alla realtà.
Studente universitario svogliato, amante dei giochi di ruolo, comincia a fare sempre lo stesso sogno.
Anzi in realtà il sogno ogni volta si ripete ma andando avanti.
Federico si scopre a voler sempre dormire per cercare di capire se il sogno è dato dal suo inconscio o se davvero, quando si addormenta, si ritrova in un mondo diverso popolato da divinità antiche, animali parlanti e dee terribili.

Attraverso il sogno Federico si troverà a decidere delle sorti di un mondo futuro, ad usare armi antiche e ad uccidere pur di difendere colei che ha il potere di creare mondi.

Questo libro di Vanni Santoni è un urban fantasy intrigante e divertente.
Moltissimi i richiami alla cultura anni ottanta e novanta, ai giochi e ai personaggi simbolo.
La domanda che viene in mente al lettore mentre si immerge in questa avventura assolutamente imprevedibile è se nel sogno si entra in un mondo nuovo o se il sogno è generato dalla nostra sottocultura fatta di ricordi, aneddoti, eventi passati, cose anche viste di sfuggita.
Soprattutto, dove inizia la realtà e finisce il sogno?

Vanni Santoni scrive bene e anche se la vicenda narrata in alcuni punti mi è sembrata un po’ forzata non posso dire di non aver divorato questo libro perché desiderosa di sapere cos’altro potesse accadere nel mondo onirico del protagonista e in quello reale.
Buona lettura.

L’impero del sogno
Vanni Santoni
Mondadori, 2017, p. 271, €. 18,00

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here