La notte dei bambini cometa, Pierpaolo Vettori

In principio Dio creò il Big Bang che è tipo una bomba atomica che può distruggere anche Tokyo. Poi però vide che non andava bene per via delle radiazioni e allora creò vari dinosauri e i pianeti. Creò anche la terra con degli animali scarsi che non avevano l’evoluzione e il collo non gli si allungava. Non potendo raggiungere le foglie degli alberi morivano tutti e Dio doveva crearne sempre di nuovi.

La recensione di La notte dei bambini cometa di Pierpaolo Vettori

Zeno Vivaldi è un bambino timido e sensibile che ha un amico immaginario, un mostro di nome Ulmer.
Ulmer è un mostro che Zeno ha incontrato all’ospedale Cottolengo di Torino, nei cui meandri si nascondono esseri deformi, emarginati dalla società.

Ulmer stesso è la voce narrante di questo romanzo che ci racconta in prima persona la sua storia accompagnando Zeno per tutta la sua infanzia.
Zeno è un po’ diverso dagli altri, è puro, innocente: crede in Gesù e negli Ufo.
Tra l’amore per una ragazzina un po’ strana e le prese in giro di quelli che reputa amici, Ulmer accompagna Zeno fino a quando non diventa grande. Fino a quando non ha più bisogno di lui.

Sparsi qua e là troviamo alcune creature dell’orrore più note della tradizione gotica come vampiri, fantasmi o mostri, contrapposte con eroi reali come i poeti maledetti della musica punk, rock e metal.
Figure discutibili in cui gli adolescenti non possono che trovarcisi.

Zeno si sentiva bene e male allo stesso tempo.
Forse era quello essere adulti. Quando diventi grande non ci sono più misteri, solo problemi.

La mia opinione di La notte dei bambini cometa di Pierpaolo Vettori

La notte dei bambini cometa è un bel romanzo di crescita e iniziazione narrato in maniera semplice, con la lingua di un bambino che sta diventando adolescente.

Una storia delicate e intensa che ci fa ripensare alla nostra infanzia, a quel periodo in cui non ti senti più bambino ma in cui ancora non sei considerato adulto, con un velo di malinconia.

Anche noi mostri abbiamo una specie di paradiso. Si chiama “la notte dei bambini cometa”.

L’autore: Pierpaolo Vettori

Laureato con una tesi sulla Swinging London, fabbro di professione, Pierpaolo Vettori è stato finalista per due edizioni al Premio Calvino e ha esordito con La notte dei bambini cometa (Antigone, 2011), seguito da Le sorelle Soffici (Elliot 2012) e da La vita incerta delle ombre (Elliot, 2014). Per diversi anni si è occupato di musica e ha lottato contro i demoni. Alcuni li ha catturati e messi su carta.
La notte dei bambini cometa è il libro di esordio dell’autore pubblicato nel 2011. Ad agoso è stata proposta una versione ampliata e pubblicata da Bompiani.

La notte dei bambini cometa
Pierpaolo Vettori
Bompiani, 2019, 208 pag., € 12.00

Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here