La storia degli ebrei. L’appartenenza. Dal 1492 al 1900, Simon Schama

La mattina del 5 gennaio 1895, nella piazza d’armi dell’École Militaire, il capitano Alfred Dreyfus venne degradato perché ritenuto colpevole di tradimento. La spada spezzata sul ginocchio e le spalline strappate dalla divisa cancellarono di colpo non solo una carriera militare, ma anche un sogno: quello di poter servire lealmente un Paese al quale sentiva di appartenere senza riserve. Il sogno, cioè, dell’assimilazione.

Una storia, quella degli ebrei, che attraversa il tempo e lo spazio – che in questo capitolo dell’opera di Simon Schama – analizza e approfondisce gli anni dal 1492 al 1900. Un saggio storico che avvince e insegna, allo stesso tempo.

La recensione di La storia degli ebrei. L’appartenenza. Dal 1492 al 1900, Simon Schama

Il regolamento del 1616 trasformò l’esistenza degli ebrei abbastanza fortunati da vivere a Amsterdam (o in qualunque posto della repubblica olandese) soprattutto per ciò che impediva di fare. Gli ebrei non sarebbero stati confinati in quartieri specifici della città. (…) e la messa al bando di qualsiasi invisa distinzione nell’abbigliamento.

Ogni tanto è salutare l’alternarsi di generi letterari diversi: oggi questo saggio storico (secondo volume di un’opera più ampia), molto accurato e documentato, ci porta nel mondo vicino ma poco conosciuto dell’ebraismo, della sua storia, delle tradizioni e degli intrecci e delle interazioni che le varie culture hanno avuto con tale mondo.

Appassionata solo in tarda età alla Storia (non a quella imparata a pappagallo a scuola, ma quella letta e ragionata), ho letto le pagine di questa grande ‘fatica’ trasportata e coinvolta dalle emozioni. C’è voluto un po’ di tempo, certo, ho letto il libro a più riprese, ma la storia, le storie che racconta, sono rimaste e sedimentate nella coscienza. E ancora una volta di più ho riflettuto sulle azioni dell’uomo, sul significato dell’antisemitismo, sulle paure umane e sulla morale.

In questo secondo volume della sua “Storia degli ebrei”, Simon Schama ci accompagna ancora una volta in un mondo di avventurieri visionari e falsi Messia, di marrani e “conversos”, di donne coraggiose, mercanti e straccivendoli, di celebri compositori, pugili e banchieri cosmopoliti.

Uno di quei volumi preziosi da tenere a disposizione. Perché saper leggere la Storia insegna a non commettere più certi orrori.

La storia degli ebrei. L’appartenenza. Dal 1492 al 1900
Simon Schama
Mondadori, 2019, pag. 816, € 19,90
ISBN: 9788852096679

Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here