La famiglia Addams. La biblioteca di Mercoledì, Calliope Glass, Alexandra West

“Era gelido il cuore, affranto, infermo.”
 – Edgar Allan Poe, “Il crollo della Casa Usher” in I racconti.

Adoro questa sensazione. Non c’è niente come un bello spavento per iniziare bene la giornata.

Chi di voi non conosce La Famiglia Addams deve subito provvedere. Mai come con loro sono riuscita a convivere piacevolmente con il terrore e la paura… 😀

La recensione di La famiglia Addams. La biblioteca di Mercoledì, Calliope Glass, Alexandra West

Nathaniel Hawthorne, La lettera scarlatta.

Non solo questo libro è una spassosa avventura nell’America del Seicento, ma mi è sembrato anche il manuale perfetto per studiare l’arte della manipolazione.

Tutti sanno chi è Mercoledì Addams. Una ragazza cupa e fuori dall’ordinario. Ma in pochi sanno come alimenta il suo interesse per ogni cosa eccentrica e angosciante.
Entrate nella sua biblioteca personale e lasciatevi ispirare dalle sue letture preferite, piene di versi macabri e tetre citazioni che vi terranno svegli tutta la notte.
Da Edgar Allan Poe a Mary Shelley, un viaggio nei luoghi più affascinanti della letteratura, arricchito dagli aspri commenti di Mercoledì e da illustrazioni meravigliosamente inquietanti.

La mia opinione su La famiglia Addams. La biblioteca di Mercoledì, Calliope Glass, Alexandra West

“Saremo due mostri esclusi dal mondo, è vero, ma proprio per questo più grande sarà il nostro reciproco affetto.”
 – Mary Shelley, Frankenstein o Il moderno Prometeo.

Anche noi Addams ci sentiamo così. Le persone normali temono l’anormalità, e la loro paura non fa che renderci più forti.

Da piccola il mio appuntamento con la merenda era accompagnato dal telefilm della Famiglia Addams.
Rigorosamente in bianco e nero.
Era il mio modo per sdrammatizzare certe paure, quello per ridere dei fantasmi e dei mostri che la mente a volte ci mette davanti agli occhi, senza che nessuno l’abbia specificamente chiesto. Amavo Mercoledì perché sapeva farmi ridere di quelle paure e aveva battute acide da togliere il fiato, perché la sua mannaia tagliava puntualmente il collo delle bambole (tutte Maria Antonietta, se non erro) e quando giocava con suo fratello Pugsley non c’era mai una lite, tra loro: lo comandava a bacchetta, ogni sua parola era un ordine per lui. Femme fatale…

Ritrovarla in questo libro, che racconta la sua biblioteca e i libri che l’hanno ispirata, è molto ispirante. Oltre a essere un riepilogo piuttosto articolato del nostro tema del mese, sul romanzo gotico, è una perfetta lista di classici a tema sull’argomento, arricchita degli appunti e delle battute tetre e spiazzanti della bambina più cupa, lugubre, angosciante e simpatica che abbia mai conosciuto!

Sul finale un’appendice con alcuni riferimenti ai testi della biblioteca di Mercoledì, da Frankenstein alle Fiabe dei Fratelli Grimm a Sleepy Hollow di Washington Irving, alle Poesie di Emily Dickinson, è utilissima per scoprire nuovi libri da leggere, se non lo avete già fatto.

Buona lettura e mi raccomando, cercate sempre di trovare l’ironia anche nei pensieri più tetri, come spesso fa Mercoledì nei suoi appunti sui testi:

“È un mondo cattivo.
E nel lasciarlo non ho rimpianti.”
 – Horace Walpole, Il castello di Otranto –

Penso che qui Walpole stia dicendo: “La vita fa schifo e poi si muore.”

La famiglia Addams. La biblioteca di Mercoledì.
Deliziose citazioni macabre e cupe storie gotiche scelte da una ragazza lugubre.
Calliope Glass, Alexandra West
HarperCollins Italia, 2019, pag. 206, € 12,90
ISBN: 978-8869057182

Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here