Noi siamo qui, Giovanni Pannacci

Paula sta fissando un ragazzo che gioca col cane a una decina di metri da loro.
«Poveraccio, non sa più che inventare per farsi notare», commenta Matei, sdraiato sull’erba fra zaini, libri e blocchi per gli appunti.
«Ma perché non viene qua?» sospira Paula, sempre guardando il ragazzo. «Gli basterebbe tirare quel cavolo di bastone da questa parte, così appena il cane mi arriva a portata di mano lo blocco e comincio a fargli i complimenti».
«Al tipo?» domanda Matei.
«Al cane, idiota».

Esce oggi, giovedì 25 febbraio, il nuovo romanzo di Giovanni Pannacci, Noi siamo qui, un libro che ha per protagonisti cinque compagni di scuola provenienti da ogni parte del mondo. Un romanzo per ragazzi che l’autore porterà nelle classi superiori appena le condizioni lo consentiranno.

La recensione di Noi siamo qui di Giovanni Pannacci

Gemma è una ragazza italiana che non si sente mai a suo agio nei gruppi numerosi: non le piacciono gli sport di squadra e preferisce svolgere attività con un numero ristretto di compagni.
Frequenta il liceo Italo Calvino e quando nella sua classe arrivano tre alunni stranieri le viene molto naturale stringere amicizia loro: Matei dalla Romania, Raya dal Pakistan e Paula dal Brasile.

Così i quattro amici sono diventati ben presto inseparabili.
Paula è una ragazza molto scaltra, sciolta con i ragazzi, che si è fidanzata fin da subito con Javier, l’ecuadoriano più ambito della scuola.
Raya è molto educata, sobria ma sempre bella ed elegante. Lavora per non gravare sulle spalle della madre e si da sempre un sacco da fare.
E Matei… beh, Matei è Matei: Gemma si è presa una bella cotta per lui.

Raya però non la vedono da un po’. Che fine avrà fatto?
Scoprono ben presto, grazie anche ad una settantenne con abilità investigative apprese tutte dalla televisione, che Raya è stata rapita da suo padre, per essere riportata in patria e data in sposa ad un uomo che neanche conosce.
Così tutti insieme uniranno le forze, aiutati anche da Pietrone, un “prof” molto speciale, per salvare Raya.

La mia opinione di Noi siamo qui di Giovanni Pannacci

Noi siamo qui è un romanzo di amicizia e di solidarietà. Un romanzo per ragazzi che parla di ragazzi, di passione, di gioie e dolori. Di quell’ardore tipico della giovinezza che molti adulti non ricordano di aver avuto.
La scrittura è semplice, diretta, adatta ai ragazzi dai 13 anni in su, ma godevole anche per gli adulti, per ricordarsi un po’ delle gioie e dei dolori dell’adolescenza.
Un romanzo che parla però anche di inclusione, di amicizia e di solidarietà, che al giorno d’oggi deve essere la base per i nostri ragazzi.
Insomma, Noi siamo qui è un romanzo da leggere!

Buona lettura!

L’autore: Giovanni Pannacci

Giovanni Pannacci, laureato in lettere moderne con una tesi in antropologia visuale, è specializzato nell’insegnamento dell’italiano agli stranieri e in passato si è occupato di certificazioni linguistiche. Ha tenuto laboratori di scrittura creativa, teatro e cinema in ogni ordine di scuola. Attualmente insegna in una scuola di Rimini. Per l’editore Giulio Perrone ha pubblicato il romanzo La canzone del bambino scomparso (2012) e per Fernandel L’ultima menzogna (2016) e La donna che vedi (2019).

Noi siamo qui
Giovanni Pannacci
Fernandel, 2021, 160 pag., € 13.00

Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here