Pensare oltre, Marco Senaldi

“Se è difficile stabilire da quando esattamente abbiamo iniziato ad accelerare (con l’invenzione dell’automobile? O del treno a vapore?…), possiamo con certezza datare il momento in cui abbiamo iniziato a rallentare: gennaio 2020.”

La recensione di Pensare oltre, Marco Senaldi

La mia personale avventura alla conquista della filosofia continua. Non è certo così facile, perché non sono ancora avvezza a termini e a ribaltamenti continui del punto di vista, ma è stimolante e fa molto, molto bene alla mente.

Marco Senaldi con Pensare oltre, fa proprio questo: prova a cambiare punto di osservazione e messa a fuoco. E ci rende consapevoli non tanto del panorama, quanto dell’ostacolo invisibile che abbiamo di fronte. La pandemia, vista attraverso la lente di questa lettura filosofica, assume un senso diverso, con più livelli e molte interpretazioni possibili.

Vengono analizzati i dubbi sulla vaccinazione, gli spot del ministero della salute, le limitazioni della dad, gli scenari degli isolamenti pandemici, la socialità e la società future. E, alla fine, la domanda che viene da farsi più spesso è se per caso la pandemia, per certi versi, non possa averci aiutato a ridimensionare certe situazioni, come se il lockdown fosse arrivato a concludere una fase storica che si stava già preparando alla riduzione delle grandi masse…

“Ma una cosa è certa: questo cambiamento prospettico era iniziato perfino prima della pandemia, e questa non ha fatto altro che portarlo a pieno compimento.”

La conclusione dell’autore (che non voglio spoilerare ma vi invito ad andare a leggere di persona) sto cercando ancora di digerirla, ma probabilmente è la soluzione migliore per tutti.
A voi lettori l’ardua sentenza.

Pensare oltre
Marco Senaldi
Piemme, 2021, p. 171, €. 17,50

polepole
Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here