Un piccolo gesto crudele, Elizabeth George

Thomas Lynley non avrebbe mai immaginato di ritrovarsi su una sedia di plastica nella Brompton Hall ,in mezzo a una folla urlante di duecento persone in abbigliamento decisamente fuori dall’ordinario. Casse acustiche imponenti come grattacieli americani sparavano musica edgy;un chiosco faceva affari d’oro vendendo hot dog, popcorn, birra e bibite analcoliche. A intervalli più o meno regolari gli strilli dello speaker si alzavano sopra il baccano per informare i tifosi di falli e punteggi. Dieci donne con il casco sulla testa e pattini a rotelle ai piedi correvano lungo un anello disegnato con il nastro adesivo sul pavimento di cemento.

Inizia così “Un piccolo gesto crudele” , ultimo romanzo dell’autrice statunitense Elizabeth GeorgeVi ho già parlato di Camilleri e il suo Montalbano e ora vi parlerò di un altro autore anzi autrice “rassicurante”, di quelli che quando non voglio sbagliare a scegliere un libro che mi prende … scelgo lei. Ho imparato a conoscere la George grazie a un amica di un forum libri e non l’ho più lasciata , peccato solo averli letti quasi tutti.
Quest’ultimo romanzo che vede protagonisti come al solito l’ispettore Lynley e il sergente Havers, è in parte ambientato in Italia, a Lucca e provincia dove si svolgono le indagini sulla sparizione di una bambina di nove anni che prima era scomparsa dalla casa del padre e successivamente è svanita nel bel mezzo di un mercato di Lucca mentre era in compagnia del nuovo compagno della madre .
Il padre della bambina è il professor Hazar , vicino di casa di Barbara Havers. Il sergente si butta a capofitto nell’indagine utilizzando mezzi leciti e meno leciti, al punto di mettere a  rischio la sua carriera lavorativa , ma come sempre ci mette cuore e anima.
Nonostante abbia imparato con il tempo ad apprezzare romanzi più brevi, amo ogni tanto rituffarmi nel mondo di Elizabeth, con le sue descrizioni fitte e minuziose e la profonda indagine psicologica dei personaggi, insomma i suoi romanzi mi coinvolgono a tal punto che quando li finisco mi mancano Barbara e Thomas.

Un piccolo gesto crudele
Elizabeth George
Longanesi, 2014, p. 715 , €. 19,90

over quaranta, mamma, geometra e creativa con una fresca passione per il web e una vecchia passione per i libri in tutte le forme sia cartacea che digitale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here