Il viaggio di Colombo, Piero Ventura, Gian Paolo Ceserani

La prima terra dove sbarcò Colombo è una isola corallina delle Bahamas, lunga 13 miglia e larga 6, interamente circondata da pericolose scogliere subacquee. Trovato un varco, le lance portarono a terra l’Ammiraglio e i suoi uomini con le bandiere spiegate. Tutti si gettarono in ginocchio ringraziando il Signore: per riconoscenza l’isola fu chiamata San Salvador, e ancora oggi questo è il suo nome.

Abbiamo parlato di viaggi fantastici e di viaggi reali, questo mese. Lo abbiamo fatto raccontando di viaggi mirabili di antichi esploratori, di ricerche scientifiche e di viaggi alla scoperta di mostri marini che si rivelano tutt’altro…

Oggi vi raccontiamo la storia di Cristoforo Colombo e del suo viaggio alla scoperta dell’America. O meglio, il racconto di un errore che portò a scoprire un mondo ancora sconosciuto. Perché anche dagli errori si può tirar fuori qualcosa di buono, no? 😉
Abbiamo trovato questo libro in biblioteca e ci siamo divertite a studiare le figure e gli schemi, gli spaccati delle navi con tutti i particolari descritti in modo piuttosto preciso, le piante esotiche e gli ambienti così diversi dai nostri. Si tratta di un libro vecchiotto, certo, ma è abbastanza indicato per i bambini curiosi di scoprire tutto tutto tutto su Colombo e sul suo viaggio.

Il racconto parte dalla testardaggine di Colombo e della sua convinzione di poter arrivare alle Indie passando da ovest, spiega nei dettagli la partenza tanto attesa, la composizione dell’equipaggio, la vita a bordo e la descrizione del mondo nuovo, dei popoli e dell’ambiente. Se avete voglia di partire per un viaggio fantastico, questo è uno dei libri giusti!
Allora, venite anche voi sulle caravelle insieme a noi?

Età di lettura: dai 6 anni

Il viaggio di Colombo
Piero Ventura e Gian Paolo Ceserani
Mondadori, 1978, pag. 32

Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here