Parole e Musica: Dove tutto è a metà, Federico Zampaglione, Giacomo Gensini

Quella sera, un giovedì, al Morrison suonavano i Bangers, un gruppo che chiaramente si ispirava ai Muse – sonorità acide e molto rock, potenti, come un cielo sterminato e altissimo, bianco di nuvole trascinate via da un vento violento. Suonare di giovedì al Morrison non era cosa da poco, perché la scaletta settimanale era rigidamente strutturata.

Lodo e Libero sono due mondi. Due mondi musicali a confronto. Due generazioni lontane che s’incontrano.
Da un lato Lodovico, in arte Lodo, giovane e promettente cantante di un gruppo rock esordiente, i Bangers; dall’altra Libero Ferri, cantautore pop, con una carriera da cantante famoso e un presente bruciato, senza più ispirazioni e con molte, troppe, paure e incertezze.

Parole e Musica questa volta affronta un tema complicato: quello delle differenze e delle similitudini. Quello del contrasto, della perenne lotta tra due parti opposte (che stanno anche dentro tutti noi). Quello dove tutto è a metà, non solo perché sta drammaticamente finendo un tempo (quello della fama? quello dell’amore? quello della giovinezza?) ma anche perché – forse – ne sta iniziando un altro, in cui rinascono amicizia e passioni, e s’intravede, laggiù in fondo, una speranza di felicità. Quella che tutti cerchiamo.

Piece of My Heart – Janis Lyn Joplin
Luna era allegra come non le capitava da mesi, forse anni. Tornare a casa e trovare Libero con quel ragazzo, vederli suonare insieme, in quel modo intenso, acceso, era stato un regalo inaspettato. Da tempo era preoccupata perché Libero si era allontanato da tutto e da tutti, in preda a una forma di misantropia e di depressione sempre più profonde, che nascondevano la paura delle domande inveitabili: “A cosa stai lavorando?”, “A quando il nuovo disco?”

Federico Zampaglione – frontman cantante dei Tiromancino – e Giacomo Gensini – ex poliziotto, autore di reportage dal Kosovo e sceneggiatore, hanno unito le loro capacità, l’esperienza e la loro passione per la musica e per le parole, costruendo passo dopo passo, canzone dopo canzone, questo romanzo, che parla soprattutto ai ragazzi, generazione che si riconosce certamente nelle caratteristiche e nelle aspirazioni di Lodo, ma strizza l’occhio anche “ai più grandi”, mettendoli in guardia contro i pericoli di una vita vissuta senza pensare al presente, proiettata in modo eccessivo verso il successo.
Accompagnano la lettura i titoli dei vari capitoli, che sono suggerimenti sulle canzoni da abbinare alle pagine: dai Muse ai Beatles, passando per Patti Smith, Madonna, i Black Sabbath e i Queen, Franco Battiato, Vasco Rossi e Lucio Dalla. Un programma gustoso per gli amanti della musica, interessante anche per chi vuole avvicinarsi a una musica che ancora non conosce…

Un libro che si fa leggere, anche se. Un romanzo che parla di un mondo particolare, specifico, che ha in sé forti contraddizioni e contrasti, passioni e miserie, ma dove – se si vuole andare a fondo – si leggono la vita di tutti, i sogni, le speranze e i problemi di una larga parte di umanità.

Dove tutto è a metà
Federico Zampaglione, Giacomo Gensini
Mondadori (collana Omnibus), 2017, pag. 304, € 15,29
ISBN: 978-8804674870

Per acquistare:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here