Jewel. Una luna rosso sangue, Enrica Berto

Ultima Modifica: Set 17, 2020

L’aria era densa di fumo nero e ovunque aleggiava un pungente odore di sangue.
Il parco del palazzo reale era disseminato di feriti ancora in abito da festa e di gente disperata che annaspava nella foschia tra i corpi esanimi stesi a terra, delirando alla ricerca dei propri cari. Urla di donne e pianti di bambini scandivano il tempo.

Il secondo capitolo di una trilogia fantasy di cui però non ho letto il primo. Ma mi rifarò, ah se mi rifarò!
Il fantasy è un ritorno sempre piacevole per me, a piccole dosi e di buona qualità, tiene sveglia la fantasia che è più che mai indispensabile, soprattutto in periodi come quello che stiamo vivendo in questi giorni, chiusi in casa a causa del #coronavirus… Diteci, state leggendo tantissimo anche voi, in questi giorni, vero?

La recensione di Jewel. Una luna rosso sangue, Enrica Berto

«Volevate di più, sempre di più! Non ci avete ascoltati quando vi dicevamo di lasciar perdere le ricchezze che esistevano al di là dei vostri Regni! Di accontentarvi di quello che avevate! […] Lord Edwar era accecato dalla fame di potere… e si è unito al suo stupido popolo corrotto…» Elfe si gongolò dell’espressione esterrefatta e inorridita che si dipinse sui volti dei presenti. Li passò in rassegna con occhietti gelidi e un sorrisetto lezioso, compiacendosi della paura che aveva scatenato.

Il fatidico sì tra Darrel e Jewel viene brutalmente interrotto da un antico nemico. Il Supremo Oscuro non è stato sconfitto, anzi è tornato più potente di prima!
Darrel stabilisce un piano per eliminarlo una volta per tutte. Scortato dai cavalieri più valorosi viaggia attraverso i Regni insieme a Rowen, Ragghed, Randam, la bella Aranim e il buffo re Nahaio. Ma Anche Jewel parte di nascosto insieme a tre improbabili compagne: la regina Elfe, la contessina Mulriel e l’irascibile Rimmel.
Avranno tempo finché la luna sarà tonda e rossa in cielo per salvare i cavalieri da morte certa.
Un’avvincente serie di pericolose peripezie li attende, tra combattimenti, rapimenti e oscure trame si prepareranno all’ultimo spietato scontro

Il mio parere su Jewel. Una luna rosso sangue, Enrica Berto

Un vento gelido turbinò nella sala nera, avvolgendosi a spirale attorno alle colonne scure e salendo fino a occupare il soffitto a volta per poi ridiscendere verso il basso e sollevare sbuffi di polvere grigia.
Gli Angeli della morte erano disposti a semicerchio attorno al trono del loro Sovrano, impassibili e immobili, in attesa dei nuovi ordini, pronti a tutto per assecondare e compiacere la diabolica volontà del loro padrone.

L’avventura del secondo capitolo inizia dove è finita la prima: i Regni sono in pericolo a causa del Signore del male, che affligge tutte le terre con l’oscura minaccia del suo ritorno. Una trama classica del fantasy.
Non è difficile entrare nella storia, nonostante sia un secondo capitolo. Chiaramente bisogna imparare a conoscere e riconoscere i personaggi principali, i protagonisti e antagonisti, gli ambienti e i misteri… ma tuffarsi in un fantasy è sempre un’avventura fantastica, anche se a volte si possono incontrare caratteristiche simili tra una saga e l’altra: la principessa Jewel e il principe Darrel danno vita ad una storia avvincente e ricca di suspance. Attendo il capitolo tre per capire cosa accadrà ancora…

Jewel. Una luna rosso sangue
Enrica Berto
Il Ciliegio (collana Pegaso), 2019, pag. 445, € 20,00
ISBN: 978-8867716296

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here