Topo dopo topo. La leggenda di Hamelin, Bruno Tognolini

Topo dopo topo…
Pluf!
Rima dopo rima…
Pluf!
Sempre un altro dopo…
Pluf!
Sempre un altro prima…
Pluf!
Fine della fila…
Pluf!
Che si infila giù…
Pluf!
Sono centomila e non ritorneranno…
PLUFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFF

La recensione di Topo dopo topo. La leggenda di Hamelin di Bruno Tognolini

La città di Hamelin è invasa dai topi e nessuno riesce a venirne a capo.
I roditori sono ovunque, nelle case, in cantina, tra le pentole.
Il Borgomastro, non sapendo che pesci pigliare, lancia un proclama: chiunque sarà in grado di liberare la città da quella piaga verrà ricompensato con la mano di sua figlia Greta.
Ed ecco arrivare un pifferaio che promette di riuscire nell’epica impresa.
Ma il Borgomastro purtroppo non sarà di parola e allora non solo i topi spariranno dalla città.

La mia opinione su Topo dopo topo. La leggenda di Hamelin di Bruno Tognolini

Il pifferaio di Hamelin è una delle fiabe più famose e longeve.
Bruno Tognolini però sceglie di raccontarla in maniera un po’ diversa.

Topo dopo topo. La leggenda di Hamelin è una lettura incredibile, animata dalle tavole di Fabio Visintin che sottolinea, con disegni in bianco e nero, ogni parte della storia.

Ispirato dalla versione della poetessa russa Marina Cvetaeva, Tognolini ci restituisce una vibrante versione dove le onomatopee, le rime, le filastrocche e la prosa evocano e portano in vita Hamelin con una potenza mai vista.

Ecco le matrone andare a far la spesa, ecco la città svegliarsi, salutarsi, spettegolare animatamente, riconoscersi compiaciuta nel suo essere sempre uguale, ferma nelle abitudini e nelle convenzioni.
Arrivano i topi, e già nel primo verso, quel TOPO DOPO TOPO, pare di sentire le zampette raspare, i cuoricini dei roditori battere all’impazzata nella gioia di avere un’intera città a disposizione.
Tognolini non si ferma, crea la dolce magia del flauto che inventa sogni e città lontane, quel TIRI-LÌ TIRI-LÌ che imprigiona senza scampo.
Ed ecco il voltafaccia del Borgomastro, l’ira del pifferaio che ci precipita verso un finale di paura e dolore ma invece, no, si cambia!
Arriviamo ad una conclusione salvifica perché, come ci ricorda Tognolini, c’è sempre un altro modo, si può sempre scegliere il bene.

Topo dopo topo. la leggenda di Hamelin è un libro perfetto dai 10 anni che di sicuro incanterà i bambini con la potenza di una lingua immaginativa, giocosa, che racconta quanto l’istruzione, la poesia e i bambini siano importanti per un mondo migliore.
Buona lettura.

 

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here