L’oratorio di Natale, Göran Tunström

“Ci sono attimi”, scrive Sidner nel suo quaderno Sulle carezze, ” che non hanno mai fine”.

La recensione di L’oratorio di Natale di Göran Tunström

Solveig muore in una assolata giornata di inizio estate.
Lei, che aveva portato la musica e i baci in pieno giorno tra le fattorie e le strade di Sonne, lascia un vuoto enorme in suo marito Aron e suo figlio Sidner.

Aron si trasferirà insieme ai figli in città, passeranno gli anni, ci saranno nuovi incontri ed amicizie, ma il dolore per quella perdita rimarrà indelebile e sfocerà in un crollo che porterà il giovane Sidner in manicomio.

Victor, figlio di Sidner, chiuderà il cerchio tornando a Sonne e dirigendo quell’Oratorio di Natale che la nonna Solveig avrebbe dovuto cantare.

La mia opinione su L’oratorio di Natale di Göran Tunström

Oratorio di Natale è un romanzo intenso sul dolore e sull’andare avanti costruendo un giorno dopo l’altro una realtà accettabile per un animo distrutto.
Aron tenterà di sottrarsi alla sofferenza ma non ce la farà e Sidner arriverà fino in Nuova Zelanda per sanare vecchie ferite.
Tutti i personaggi del romanzo sono profondamente intrecciati alla sofferenza, alla perdita, ma anche alla ricerca di un briciolo di felicità.
Sidner in particolare percorrerà le strade tortuose del dolore inabissandosi per poi risalire in superficie e trovare, finalmente, il suo angolo di serenità.

La storia è scandita dai versi di Omero, di Petrarca, di Dante creando un romanzo dove il sogno e la realtà si intrecciano, dove i personaggi sono tutti pieni di purezza e di luce ed inseguono il sogno di una felicità che a volte si dimostra effimera e mendace.

Nel 1996 uscì il film omonimo tratto dal romanzo per la regia di Kjell-Åke Andersson con Peter Haber Johan Widerberg, Henrik Linnros, Lena Endre, Sophia Johannson, Sif Ruud, Viveka Seldahl, Fiona Mogridge, Krister Henriksson, Tomas Von Bromssen, Robbie Baines.
Il film è estremamente fedele al romanzo e riesce a trasmettere in maniera veritiera i moti dell’animo dei protagonisti.
Buona lettura.

L’oratorio di Natale
Göran Tunström
Iperborea, 2002, p. 400, €. 18,50

Photo : ivid.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here