Fantasy e Fantascienza

In certi momenti respiravamo a fatica, lanciati più in alto del volo degli albatros - in altri eravamo storditi dalla velocità del tuffo in un inferno liquido, dove l'aria stagnava e nessun suono disturbava i sonni del kraken.(Una discesa nel Maelström) I Racconti (Tales) sono una delle prime tre edizioni...
L'elfo rallentò e si fermò di fianco alle altre tre slitte, sul ciglio di una dolce collina innevata. Il sole illuminava una vasta pianura, abbracciata dalle aguzze cime innevate dei monti Norendal. Al centro, la Città degli Elfi Bianchi, La Città della Primavera, la Città sempre Bianca. Vagor si rese...
C'erano una volta le nuvole libere e uomini e donne che sognavano di seguirle fino in capo al mondo. Ma c'era anche un benpensante che mal sognava... e volare proprio non gli riusciva. Quando, dopo molto dormire, anche il suo gatto se ne volò via per dare la caccia a un...
La bacio sulla fronte e le mie lacrime le cadono sulla pelle. Mi siedo e aspetto che la magia si compia. Ma questa non è una fiaba e le principesse non si risvegliano con un bacio. La recensione di Sotto le stelle, sopra il cielo di Aisha Bushby Safiya frequenta la scuola media,...
Il viaggio verso la costa ebbe inizio. I due si guardarono con forzata cortesia per alcuni minuti; non trovarono nient'altro da dirsi. Dopo un'ora proseguivano distanti ai lati opposti della strada, ognuno immerso nei propri pensieri. L'attenzione di Gin si posò sulle nubi nere all'orizzonte. Aprì la calotta dell'orologio da taschino,...
  A volte capita che ai bambini tocchino in sorte avventure pericolose, senza che abbiano fatto nulla per procurarsele. A volte, se proprio tutto ha deciso di mettersi di traverso, le avventure pericolose arrivano quando si è completamente soli. La recensione di Il viaggio di Mirya di Giulia Cocchella Mirya è una...
"Sì,sì. Non c'è altra spiegazione. C'è un farfajoll nel lago!" "Un cosa?" dico io, incuriosito. "Un farfajoll. Uno gnomo dei laghi e dei fiumi che si diverte a impedire ai pesci di abboccare all'amo" "Che...che possiamo fare?" "Farlo fuori" risponde papà stringendo i pugni. La recensione di Tor e gli gnomi di Thomas Lavachery Tor,...
Myra fa le cose per bene. Negarlo sarebbe ingiusto, oltre che disonesto. La recensione di Myra sa tutto di Luigi Ballerini Myra è l'amica perfetta che tutti vorrebbero. Sa sempre cosa è meglio per te, ti aiuta a scegliere cosa indossare, il film da vedere e ti suggerisce anche il ragazzo perfetto con...
Non che glielo si vieti, ma gente nuova appare raramente ad Im. Sarebbe un posto come tanti altri del pianeta di Ongos, se si escludesse l'assidua ed opprimente presenza di una nebbia verde, che lo rende un luogo a dir poco impressionante... così deprimente che la sudicia insegna di legno...
La Nuova Glaciazione iniziò così, con la rarefatta eleganza di una splendida nevicata invernale. La recensione di Un altro futuro di Luigi Milani Un altro futuro è una raccolta di racconti di fantascienza. Un uomo vive la sua vita quotidiana ma ogni notte sogna un mondo uguale eppure diverso dove la terra...
Per gli gnomi sta arrivando l'ora del grande incontro: si ritroveranno al lago dell'Orso, nelle terre vergini, a festeggiare per sei giorni e sei notti la natura che rinasce. Voglio andare laggiù. Ho deciso di andarci! La recensione di Tor e il Troll di Thomas Lavachery Tor è da sempre affascinato...
Quando si gioca al gioco del trono, o si vince o si muore. Non esistono terre di nessuno. Westeros ed Essos sono i due estremi di un mondo antico, violento, diviso tra regni e terre libere, dove i troni si contendono con eserciti armati e draghi. Un mondo dove le...
Un volume rilegato in pelle del tutto anonimo. Agli occhi di uno storico qualsiasi sarebbe apparso identico alle centinaia di altri manoscritti custoditi all'interno della biblioteca Bodleiana di Oxford. Ugualmente antico e consunto. Ma io capii che aveva qualcosa di particolare nel momento stesso in cui lo presi in...
Sophie inguaina la spada e lancia un'occhiata sprezzante ma soddisfatta allo stupido incosciente colpevole di aver utilizzato l'appellativo sbagliato. «Non ringraziare i tuoi dei, idiota, ma la pigrizia che oggi affligge la mia mano» gli dice, dopo avergli sottratto l'arma. «Il tuo ferro lo prendo io, ho vinto e mi spetta...
Una sera mio padre mi chiese se volessi diventare una sposa fantasma. Forse chiedere non è la parola giusta. Eravamo nel suo studio, io sfogliavo un giornale, lui era sdraiato sul divano in vimini. Faceva un caldo afoso. La lampada a olio era accesa e le falene svolazzavano descrivendo...

Gli articoli più letti nell'ultima settimana